Ilva. Per Usb necessario studio epidemiologico su reparto carpenteria

Taranto – Avviare “immediatamente uno studio epidemiologico trasparente affidato a strutture competenti” sul reparto di carpenteria dove recentemente “un numero elevato di lavoratori” ha contratto malattie gravi

, con esito anche mortale. E’ quanto chiede l’ Unione sindacale di base di Taranto in una lettera indirizzata ai responsabili dello stabilimento siderurgico Ilva, i commissari Enrico Bondi ed Edo Ronchi, oltreché al direttore dell’Arpa Puglia Giorgio Assennato.
Nella lettera, inviata per conoscenza anche al ministro della Salute, al presidente della Regione Puglia, al sindaco e al procuratore capo di Taranto, l’Usb chiede, inoltre, “nel dubbio e fino ad esclusione del nesso di casualità, l’immediata evacuazione dei lavoratori dal reparto”.
Su circa 160 unità impiegate nel settore, secondo i dati in possesso dell’organizzazione sindacale, rappresentata da Francesco Rizzo, “ben oltre la decina, presenta patologie dell’apparato otorinolaringoiatra”.
L’Usb chiede che “tutti i lavoratori del reparto siano sottoposti ad immediati e urgenti accertamenti sanitari in strutture specializzate”.
Pochi giorni fa si è spento Nicola Darcante, operaio di 39 anni, che lavorava in quel reparto. A lui “a novembre venne diagnosticato un carcinoma della tiroide metastatizzato. In queste ore – conclude Rizzo – ci giunge notizia di un altro lavoratore che presenta problemi alla tiroide”.

Ilva-Taranto-operaio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: