Ubriachi soccorsi da un carabiniere lo picchiano: tre arresti

TRICASE – Incuranti di mettere a repentaglio la sicurezza dei passanti, fra i quali numerosi bambini, due giovani
a bordo di una Vespa, incitati da un terzo, scorrazzavano pericolosamente tra le bancarelle allestite per i festeggiamenti di S. Antonio da Padova. E’ accaduto a Tricase (LE)  dove i tre sono finiti in manette con l’accusa di violenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale.

Si tratta di Mauro De Mitri, 33enne, Fiore Sabato, di 23 anni, e Francesco Vito Zippo, 22enne, tutti residenti a Tricase, noti alle forze dell’ordine. Sono stati fermati in flagranza di reato dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile del posto, assieme ai colleghi della stazione di Alessano dopo che i tre amici, in evidente stato di ubriachezza, hanno reagito alle proteste della gente con insulti e minacce.

Non solo. Soccorsi da un carabinieri a causa di una caduta dalla moto dopo l’ennesima impennata, hanno aggredito il militare con calci e pugni e sono fuggiti lasciandolo per terra.

Ma sono stati in breve identificati e su disposizione del pm di turno, Massimiliano Carducci, i tre sono stati tratti in arresto e condotti presso il carcere di Borgo San Nicola, alle porte di Lecce.

Processati con rito direttissimo, davanti al giudice monocratico Sergio Tosi,i tre hanno patteggiato: De Mitri, condannato ad un anno, quattro mesi e venti giorni, è rimasto in carcere; Sabato e Zippo, condannati entrambi a dieci mesi ciascuno, con pena sospesa, sono tornati in libertà.

La vittima a causa delle lesioni riportate ha dovuto fare ricorso alle cure dei medici dell’ospedale “Cardinale Panico” dove gli è stata riscontrata anche la perforazione del timpano.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: