Triplice omicidio. Alfano a Taranto: versato sangue innocente, delitto non può restare impunito

Taranto – Riunione questa mattina presso la Prefettura di Taranto del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è occupato dell’agguato in cui, lunedì scorso a Palagiano, sono morti un pregiudicato di 43 anni Cosimo Orlando, la sua compagna Maria Carla Fornari, di 30 e il figlio di quest’ultima, un bambino di 2 anni e mezzo.
Alla riunione hanno partecipato il ministro dell’Interno Angelino Alfano, i vertici nazionali delle forze dell’ordine, il procuratore della Direzione Distrettuale antimafia di Lecce, Cataldo Motta, il procuratore capo di Taranto Franco Sebastio, il procuratore generale della Corte di Appello di Lecce, Giuseppe Vignola.
“Il 17 marzo a Palagiano è stato versato sangue innocente. – ha detto ai giornalisti il ministro Alfano – Questo triplice omicidio non può restare impunito. “Faremo di tutto per trovare chi li ha ammazzati”.
“L’incontro di questa mattina mi conferma sul fatto che stiamo sulla strada giusta. – ha aggiunto il ministro – Siamo convinti che anche questa volta lo Stato dimostrerà di essere più forte di chi lo contrasta e di chi vuole creare nei confronti dei cittadini una percezione di sfiducia”.

Intanto è stato incrementato da 60 a 83 il numero delle nuove unità di polizia e carabinieri inviate dal Ministero dell’Interno in provincia di Taranto. Un incremento per il quale Alfano ha ringraziato l’Arma dei carabinieri. “Abbiamo messo in campo – ha spiegato – sia i Reparti Operativi Speciali dei Carabinieri, che il Servizio Centrale Operativo della Polizia. Si sta lavorando, insieme ai comandi provinciali delle forze dell’ ordine e al coordinamento del prefetto di Taranto – ha aggiunto Alfano – per un piano di sicurezza che non sia generico ma che sia attagliato al territorio di Taranto”.
E’ stato stabilito inoltre di attivare un servizio di monitoraggio e di controllo delle scarcerazioni per impedire altri crimini attraverso un programma mirato, a misura di Taranto, di controllo del territorio.
Quanto al livello di stabilità del rafforzamento dell’organico delle forze dell’ordine e alle lamentele dei sindacati di polizia sui tagli che ci sono stati in precedenza, Alfano ha detto che verrà scelta la migliore disposizione delle forze in campo puntando al massimo dell’efficienza.

alfano

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: