Trasportavano bracciante agricolo stipato nel bagagliaio. Arrestati caporali

Ha portato all’arresto di due cittadini marocchini l’operazione anti caporalato eseguita dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castellaneta. In manette con l’accusa di intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro sono finiti un 38enne ed un 37enne, entrambi con precedenti di polizia, residenti ad Eboli (Sa) ma di fatto domiciliati a Metaponto (Mt). I due sono stati notati transitare per le vie di Castellaneta, a bordo di una Volkswagen Passat nella quale, seduti sui sedili posteriori, vi erano altre tre persone di origine nord africana. Nel corso del controllo dal bagagliaio dell’autovettura è sbucato un altro cittadino extracomunitario nascosto sotto alcuni indumenti. I Carabinieri hanno accertato che i quattro braccianti agricoli, senza un regolare contratto di lavoro, erano stati reclutati dai due marocchini per andare a lavorare nei campi con la promessa di un compenso pari a 3 euro l’ora.
I due caporali sono stati condotti presso la Casa Circondariale del capoluogo jonico a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.
Contestualmente è stato eseguito il sequestro preventivo, finalizzato alla confisca (secondo quanto previsto dal nuovo impianto normativo anti caporalato), del mezzo utilizzato per il trasporto dei braccianti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: