Durante: “Trasformiamo le Europee come referendum sul depuratore”

“I politici hanno abbandonato la difesa dei cittadini e del territorio, e noi abbandoniamo loro”. Nasce da questa constatazione la forma di protesta che l’ex consigliere Arcangelo Durante intende lanciare in occasione delle prossime elezioni Europee del 26 Maggio che diventeranno come un referendum pro o contro l’attuale sito del depuratore consortile di Urmo Belsito. Chi è favorevole allo spostamento del depuratore nell’entroterra non dovrà andare a votare.
Un’azione eclatante di protesta che è anche di natura politica per punire con l’astensionismo i rappresentanti del territorio che non hanno voluto ascoltare la volontà popolare espressa più volte in questi anni con le grandi manifestazioni di piazza del 31 Marzo e 7 Aprile 2017.
Questa iniziativa non esclude, naturalmente, le azioni giudiziarie intraprese e quelle ulteriori che si intendono avviare.
L’ex consigliere Arcangelo Durante rivolge un invito a farsi sentire a quanti condividono la proposta che potrebbe dare una svolta alla questione depuratore che si trascina da anni.
“Manduria – ha concluso Durante – ha già dato tanto in termini ambientali tra discariche, impianti di compostaggio etc etc, pertanto, è giunto il momento di difenderci da soli”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: