Torricella: Inquietanti intimidazioni al Consigliere Giuseppe Turco. Solidarietà

Potrebbero essere inquietanti intimidazioni quelle accadute in queste ore ai danni del Consigliere Regionale di Torricella Giuseppe Turco che fa parte del Gruppo La Puglia con Emiliano. Prima c’è stata la scomparsa dei cinque gatti del consigliere nella sua abitazione di Torricella, nel Tarantino, e la barbara uccisione di uno dei felini, poi la notte scorsa il furto dell’auto della figlia a San Marzano durante il suo turno di servizio al 118.
Legatissimo agli “amici”gatti il consigliere regionale aveva manifestato su FB la sua tristezza per quanto era inspiegabilmente accaduto. “Dei miei 5 gattini, di cui ero e sono innamorato mi rimane musetto, gli altri scomparsi in appena 7 giorni,- scriveva Turco – Nerone ucciso questo pomeriggio, sembrava dormire, fino a ieri sera me lo coccolavo, lo baciavo e lo accarezzavo. Non so chi o cosa sia accaduto, so che sto piangendo come un bambino…”
Poi l’episodio del furto di questa notte. “Non è un mese fortunato!!!!!! – scrive ancora Turco sconfortato – Dopo i gattini, questa notte il furto dell’auto…. – e precisa fermamente – “Il post sull’auto rubata, ha un suo specifico valore morale, il messaggio è univoco:gli autori evitino qualsiasi tipo di approccio,ovvero, di qualsiasi natura con la mia famiglia. La mia concezione sull’ONESTA’,RISPETTO DELLE REGOLE E DELLE ISTITUZIONI vale sempre e non a giorni alterni. Quindi ,bruciatela, ma non tentate niente che violi la legge.”

Sicuramente è molto di più di una semplice coincidenza e si pensa che tutti questi episodi siano collegati. Numerose le attestazioni di solidarietà, oltre a cittadini anche a livello istituzionale.

“Certi atti di viltà e di violenza inaudita non fermeranno lo spirito del nostro collega Giuseppe Turco, al quale va la nostra massima vicinanza e solidarietà. Nessun atto intimidatorio potrà spegnere la sua voce e la sua tenacia nella passione civica e politica”.
Così i consiglieri de La Puglia con Emiliano, Paolo Pellegrino, e Alfonso Pisicchio commentano gli ultimi atti intimidatori nei confronti del collega Giuseppe Turco.
“Siamo sicuri – concludono Pellegrino e Pisicchio – che le autorità competenti individueranno i responsabili -. Denunciare simili minacce e atti criminali è sempre l’unica strada per ripristinare e rafforzare la legalità”.

“Gesti gravi e preoccupanti, sui quali sono certo che magistratura e forze dell’ordine faranno chiarezza al più presto”. Il presidente del Consiglio regionale Mario Loizzo esprime vicinanza al consigliere segretario Giuseppe Turco ed ai suoi familiari, dopo la serie di atti di violenza nei confronti di animali domestici e il furto dell’auto della figlia. “Episodi odiosi, che rivelano la volontà di intimidire”.

“Esprimo la mia personale solidarietà al consigliere segretario Giuseppe Turco e ai suoi familiari, vittime di una serie di atti di inaudita violenza. Certo che le Forze dell’ordine agiranno con determinazione per fare piena luce su quanto sta avvenendo, sottolineo con forza la necessità di riunire gli sforzi per riportare il confronto e il dibattito sui binari della civile convivenza, affinché da polemiche e proteste, sovente farcite di veri e propri atti delinquenziali, si possa dar vita ad un nuovo percorso democratico atto a isolare e punire duramente gli autori di tali criminali intimidazioni”.

“A titolo personale e in rappresentanza del nostro partito, esprimo la più sentita vicinanza e solidarietà al caro amico e collega consigliere Giuseppe Turco e ai suoi familiari, vittime di gesti ed episodi sconsiderati e sconcertanti, in merito ai quali auspico che magistratura e forze dell’ordine riescano a fare presto piena luce risalendo ai responsabili.”

“Da qualche tempo il collega consigliere regionale Giuseppe Turco è il bersaglio di atti odiosi e intimidatori che è bene far cessare immediatamente, cosa che sono sicuro le autorità competenti faranno al più presto.” E’ il commento del Presidente del Gruppo consiliare “Emiliano Sindaco di Puglia”, Sabino Zinni.
“Qualche giorno fa il furto dei suoi 5 gatti dalla sua abitazione e la barbara uccisione di uno di essi, lasciato esanime in bella mostra. Ieri il furto dell’auto di sua figlia, mentre questa era impegnata a prestare servizio su un’ambulanza del 118.
Sono i segnali di un tentativo di scoraggiare un uomo e un politico determinato evidentemente a non piegarsi a certe dinamiche. A lui va tutta la mia personale solidarietà, nonché la vicinanza del gruppo Emiliano Sindaco di Puglia che presiedo. Se questi sono i segnali forti che qualche scellerato cerca di lanciare all’indirizzo delle istituzioni, sappia che noi saremo più forti”

E solidarietà è stata espressa anche dal Segretario Circolo PD “M. Latorre” di Maruggio Danilo Chiego:
“Dopo aver appreso dagli organi di stampa la notizia dei vili gesti intimidatori subiti dal consigliere regionale Giuseppe Turco, ci tengo ad esprimere a lui e alla sua famiglia la solidarietà personale e la vicinanza dell’intero Partito Democratico di Maruggio, confidando nell’operato degli organi competenti per fare presto chiarezza sugli spiacevoli episodi di cui è stato vittima.”

“Esprimo la solidarietà mia e del Gruppo consiliare Art.1-Mpd al collega Giuseppe Turco, da qualche tempo oggetto di vili atti intimidatori.” – Così la nota di solidarietà di Ernesto Abaterusso, Presidente del Gruppo consiliare Articolo 1 – MDP. – “Nel condannare simili gesti e nella certezza che le Forze dell’ordine agiranno con determinazione per fare piena luce su quanto sta accaduto, restiamo fermamente convinti che le minacce e più in generale dinamiche di questo tipo non riusciranno a cambiare la volontà di chi ogni giorno lavora e opera per il bene comune e lo sviluppo di un territorio”.

Foto tratta da FB

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: