Torre Santa Susanna: ricattava donne per non pubblicare foto hard, arrestato “Emanuele”

I carabinieri della Stazione di San Donaci hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Brindisi nei confronti di

Santo Calò, 33enne di Torre Santa Susanna, accusato di estorsione a sfondo sessuale.
Secondo quanto accertato l’uomo avrebbe ricattato alcune donne chiedendo loro denaro e minacciandole di pubblicare foto intime sul web. Sui social network l’uomo avrebbe utilizzato il nome “Emanuele” e si sarebbe presentato come un bancario, single. Sette delle estorsioni contestate sono andate a segno, per tre casi il tentativo è fallito. L’uomo sarebbe responsabile anche di truffa e violenza privata, per episodi inquadrati nell’arco temporale che va dall’ottobre 2017 al febbraio 2018. Le vittime sarebbero 10 donne residenti in varie regioni del territorio nazionale: Veneto,Emilia Romagna,Lazio,Liguria,Sardegna e Puglia.
Una volta acquisite le foto il 33 enne richiedeva somme di denaro che variavano tra i 200 e i 300 euro. Le minacce alle donne, di età compresa tra i 23 e i 48 anni, sarebbero state sempre quelle di diffondere e pubblicare in rete le foto anche sui siti di escort.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: