Torre Colimena: tutti in apprensione per “Giulia” il cucciolo di delfino rinvenuto ferito

Si chiama Giulia, ha circa 3 mesi, è lungo 1,60 mt, appartiene alla famiglia dei Grampus Griseus, il piccolo delfino rinvenuto questa mattina nelle acque antistanti la costa di Torre Colimena nella marina di Manduria. Giulia non è in buone condizioni di salute e tutti i residenti stanno vivendo ore di ansia e trepidazione nella speranza che possa farcela. E’ stato visitato da una vera e propria equipe di medici veterinari allertati dalla Capitaneria di porto che si è subito attivata non appena ricevuta la segnalazione dei responsabili della Lega Navale Italiana. Il dott. Nicola Zizzo docente della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università di Bari ci ha riferito che il delfino presenta varie escoriazioni diffuse sul mellone e sulla pinna dorsale. Ma l’aspetto che più dà preoccupazione è l’infezione che sarebbe in atto a livello broncopolmonare che porta il delfino, sebbene riesca a galleggiare, ad inclinarsi e a perdere l’orientamento. I veterinari tendono ad essere cauti sulle condizioni di salute, riservandosi la prognosi, ma si sta facendo tutto quanto il necessario per tentare di salvargli la vita. Il delfino è stato stabilizzato: ha già iniziato una terapia antibiotica, sono state somministrate sostanze reidratanti, prelevati campioni ematologici ed effettuato un tampone per eseguire esami batteriologici. Oltre al dott. Zizzo, presenti i medici della Asl Dott. Corrado Mandese e dott. Giuseppe Tagliente ed altri esperti dott. Vincenzo Brunella e dott. Pier Costantino Carrozzo. Intanto i tutti i residenti di Torre Colimena con il supporto della LNI hanno praticamente adottato la piccola Giulia: per provvedere meglio alle sue cure è stata allestita una piscina antistante il pontile di Torre Colimena. Adesso non c’è altro che attendere nella speranza che gli antibiotici possano dare qualche miglioramento.

giulia

IL VIDEO

Torre Colimena: tutti in apprensione per “Giulia”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: