Terziario donna: più cultura per combattere la violenza contro le donne

Ilaria vent’anni, ferita a morte dal suo compagno, Marta, 24 anni, strangolata dal suo ex … Le ennesime vittime -nelle ultime ore- di una assurda furia omicida che continua a colpire le donne, e sempre più spesso nell’ambito delle protette mura domestiche. Secondo l’OMS infatti la maggior parte delle uccisioni delle donne tra i 16 ed i 44 anni avviene ad opera di persone conosciute.
“Può non piacerci il termine ma purtroppo il ‘femminicidio’, la violenza di genere cioè , è una drammatica realtà con la quale dobbiamo fare i conti. Non si tratta di – afferma Francesca Intermite, presidente provinciale di Terziario Donna Confcommercio- fatti privati, che trovano terreno fertile in ambienti culturalmente degradati; purtroppo la cronaca ci racconta di tragedie consumate per strada, nei luoghi pubblici, tra le mura domestiche. La violenza di genere è ormai –dice bene il Presidente del Senato, Pietro Grasso- una vera e propria emergenza sociale, una tragedia che parla a tutti e di tutti. La tragedia di Statte, ci riporta a questa drammatica realtà.
Al di là del Decreto legge sul femminicidio, approvato nei giorni scorsi, per il quale è auspicabile che vi siano delle risorse da destinare alle azioni di supporto alle donne in difficoltà, è fondamentale che ci si adoperi per una profonda inversione di tendenza che incida sul sentire comune, ed in questo la scuola, le istituzioni, la chiesa e i media hanno una grande responsabilità.
“E’ ora – continua Intermite- di chiudere con un certo stereotipo di donna-oggetto, ancor oggi propinato dai media e assurdamente dalle reti televisive pubbliche, pagate con il canone. E’ ora di finirla con le nudità, le allusioni volgari, la erotizzazione forzata delle donne offerta dai media, e dalla stessa RAI, in tutte le ore della giornata. La cultura del rispetto deve partire dalla quotidianità, e le donne per prime devono pretendere che a parlare per loro sia la testa e non il corpo. ”

violenzadonne

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: