Tenta il suicidio: salvo grazie alla figlia

Salice Salentino – Aveva deciso di togliersi la vita, ma prima aveva inviato alla figlia 12enne un sms di addio. Un uomo di 42 anni, da qualche tempo disoccupato, è stato salvato in extremis dai Carabinieri di Veglie.
E’ accaduto a Salice Salentino (Le) nel giorno di Pasquetta. La ragazzina, dopo aver letto il messaggio disperato del padre, da qualche tempo disoccupato, ha avvisato la madre che di recente si era trasferita insieme alle tre figlie in un’altra casa. La donna ha subito chiesto l’intervento dei carabinieri ai quali ha anche consegnato una delle chiavi dell’abitazione dell’uomo.
Quando i militari sono arrivati sul posto, il 42enne aveva già compiuto il folle gesto: all’interno di un pozzo luce, si era stretto un cappio al collo e si era impiccato. Immediati i soccorsi: l’uomo, che già presentava i primi segni di soffocamento, è stato slegato e rianimato dai sanitari del 118.
Trasportato d’urgenza all’ospedale Vito Fazzi di Lecce sarebbe ora in buone condizioni di salute.

Ambulanza-118

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: