Tenta estorsione e picchia due camionisti, arrestato 25enne

PALAGIANO – Ha tentato di estorcere del denaro a due camionisti e li ha anche picchiati, procurandogli lesioni al volto ed agli arti giudicate guaribili in 5 e 10 giorni. Per questo Giuseppe Carriero, 25 anni, di Palagiano già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato con le accuse di tentata estorsione e lesioni personali. Nella tarda serata di domenica il giovane ha incontrato le due vittime in un distributore di carburanti e, con atteggiamento prepotente ed arrogante, ha detto loro che dovevano ”pagarlo”. La richiesta ha assunto chiaramente i contorni di un tentativo di estorsione, visto anche che tra Carriero e i due uomini non vi era alcun rapporto lavorativo o di altro genere. Il 25enne, nonostante la sua giovane età, ha tentato di far valere il suo potere intimidatorio e di fronte al rifiuto delle vittime di aderire alla sua richiesta, Carriero li ha prima minacciati di morte e di altre conseguenze e poi è passato alle vie di fatto, aggredendoli fisicamente. Ne è scaturita una colluttazione, durante la quale gli autotrasportatori, nonostante fossero in due, hanno riportato le conseguenze peggiori. L’aggressore, dopo la rissa, è fuggito mentre e i camionisti informavano dell’accaduto i militari che, in breve, lo hanno rintracciato vicino alla sua abitazione ed arrestato. A confermare la pericolosità delle minacce formulate da Carriero il fatto che già nel maggio del 2012 il giovane era stato arrestato dai carabinieri di Palagiano in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Taranto, poiché ritenuto responsabile, in concorso con un’altra persona, di vari reati tra cui l’incendio di due auto di proprietà di una delle due vittime. Fatti per i quali era ancora sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora. Ora è rinchiuso nel carcere di Taranto.

CARRIERO Giuseppe

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: