TARANTO – Sorpreso con piu’ di 2,5 kg di hashish e una revolver carica e pronta per l’uso. I carabinieri arrestano un 34enne del posto.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Taranto, durante un servizio di prevenzione e repressione dei reati inerenti gli stupefacenti e le armi, hanno arrestato

in flagranza, per detenzione di sostanze stupefacente ai fini di spaccio, detenzione illegale di arma da fuoco e detenzione abusiva di munizionamento e materiale esplodente, Avantaggiato Luigi, 34enne pregiudicato tarantino.

I militari, sospettando che il 34enne avesse messo in piedi un’attività di spaccio, da diversi giorni avevano predisposto dei servizi di osservazione e controllo nella borgata Talsano ed in particolare nei pressi di uno scantinato pertinente all’abitazione dell’uomo dove, presumibilmente, esercitava l’attività illecita.

Nel corso dei servizi, i militari, constatato un sospetto andirivieni di giovani che entravano ed uscivano dallo scantinato in questione, decidevano di intervenire, ritenendo che quel continuo andirivieni potesse in realtà celare lo spaccio di droga. Veniva effettuata una perquisizione personale e domiciliare che non tardava a dare i suoi frutti, infatti, durante le operazioni, venivano rinvenuti gr. 33 circa di sostanza stupefacente del tipo hashish.

Accertato che il 34enne aveva la piena disponibilità di un locale scantinato di proprietà della madre, i Carabinieri decidevano di estendere la perquisizione anche presso quel locale dove, rinvenivano nr. 2 cartoni contenenti kg. 35 di fuochi d’artificio del genere vietato e, abilmente occultati in due scatole di scarpe, nr. 3 panetti di hashish del peso complessivo di gr. 2.520, nr. 25 pezzi della medesima sostanza per un peso complessivo di gr. 81, un bilancino di precisione, un taglierino, una pistola tipo revolver, cal. 32, carica con 6 proiettili e pronta per l’uso, nonché nr. 14 proiettili dello stesso calibro.

L’arma e le munizioni, oggetto di furto avvenuto in Taranto nel 2010, saranno inviati al R.I.S., per essere sottoposti ad accertamenti, balistici, dattiloscopici e biologici, finalizzati a verificare se siano stati utilizzati per la commissione di reati, mentre la droga sequestrata sarà analizzata nei prossimi giorni dal Laboratorio di Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo del Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto.

Luigi Avataggiato, arrestato in flagranza per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, detenzione illegale di arma da fuoco e detenzione abusiva di munizionamento e materiale esplodente, terminate le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno Dr. Maurizio Carbone, è stato tradotto presso la Casa Circondariale jonica.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: