Taranto. Sequestrato oltre un quintale di sigarette di contrabbando

I Militari del Gruppo di Taranto hanno arrestato un 43enne tarantino G.M., che trasportava 111 chilogrammi di
sigarette di contrabbando.

Nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio assicurata quotidianamente dalla Guardia di Finanza, è stata
eseguita un’intensificazione dei servizi di contrasto ai traffici illeciti, considerata la particolare recrudescenza del
fenomeno del contrabbando di tabacchi lavorati esteri.
In tale contesto una pattuglia delle Fiamme Gialle ha controllato un’autovettura sulla S.S. 7 Appia che collega Taranto a Brindisi, nei pressi dello svincolo per Montemesola (TA). Ai militari non sono sfuggiti gli evidenti segni di
apprensione mostrati dal conducente nonché la particolarità che l’automezzo risultasse notevolmente “appesantito” nella
parte posteriore. Dopo l’apertura del cofano dell’autovettura, i Finanzieri hanno rinvenuto diversi
scatoloni di varia grandezza, contenenti complessivamente 111 chilogrammi di sigarette delle marche “REGINA” e “D&B”
sprovvisti del sigillo dei Monopoli di Stato.
Sia le sigarette che l’autovettura, peraltro sprovvista di copertura assicurativa, sono stati sequestrati, mentre
l’uomo alla guida del mezzo G.M., su disposizione del magistrato di turno, è stato posto agli arresti domiciliari con l’accusa di contrabbando (art. 291 bis D.P.R. 43/73).
Sono in corso le indagini finalizzate a risalire ai canali di approvvigionamento dei tabacchi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: