Taranto: raggiunta intesa per ricollocazione 21 lavoratori dell’appalto Eni

L’Eni al centro dell’attenzione anche per la vertenza dei lavoratori delle ditte appaltatrici che nelle scorse settimane hanno scioperato manifestando davanti all’ingresso della raffineria per scongiurare il rischio della mobilità e dei licenziamenti. Nel pomeriggio in Prefettura a Taranto dinnanzi al dott. Claudio Sammartino è stata raggiunta un’intesa di massima riguardante la ricollocazione, da subito, di 21 lavoratori del personale in esubero, a seguito dei cambi d’appalto presso la raffineria Eni di Taranto. Grazie alla collaborazione della Direzione della Raffineria, supportata da Confindustria Taranto, è stata registrata la disponibilità delel ditte subentranti di procedere all’assunzione di buona parte dei lavoratori e a ricercare, in prospettiva, soluzioni per il riassorbimento dell’intera platea delle maestranze coinvolte. Le organizzazioni sindacali hanno preso atto positivamente di questa evoluzione della vertenza e delle prospettive che si sono aperte, in ragione del tempestivo avvio dei cantieri all’interno della Raffineria e dell’incremento dei lavori e che verranno verificate con ulteriori incontri entro il prossimo mese di agosto. Domani, le ditte appaltatrici sono state convocate presso la locale Direzione del Lavoro per la definizione degli aspetti tecnici connessi all’intesa raggiunta.

Raffineria ENI Taranto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: