Taranto: per la bonifica confermato cronoprogramma

Prima riunione del 2014 oggi presso la sede Provinciale dei Vigili del Fuoco di Taranto della Cabina di Regia per il coordinamento del “Protocollo d’intesa per interventi urgenti di bonifica ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto”. All’ordine del giorno l’aggiornamento sulle attività in corso rispettivamente agli interventi previsti per il Comune di Statte, per il Quartiere Tamburi di Taranto e per il Porto. Confermato, in relazione alle attività preventivate per il Comune di Statte, il cronoprogramma stabilito, con un leggero anticipo in questa prima fase di interventi con l’intera dotazione finanziaria (37mln di euro) impegnata e disponibile.
C’è stata infatti sia l’aggiudicazione della gara per la progettazione dell’intervento di bonifica, a seguito dell’avvenuta attività di caratterizzazione dell’area P.I.P., che l’aggiudicazione della gara per la selezione del soggetto che validerà l’intero progetto come previsto dalla normativa vigente.
Sul fronte degli interventi per il Comune di Taranto all’interno del quartiere Tamburi prosegue invece l’attività tecnico amministrativa con l’espletamento delle procedure di gara: nello specifico è intervenuta l’aggiudicazione della gara per l’individuazione del soggetto che dovrà validare il progetto. Sia per gli interventi di Caratterizzazione, analisi di rischio e bonifica dei suoli del “Cimitero di San Brunone” (importo previsto di 385 mila euro già disponibile) che per le attività di Caratterizzazione, analisi di rischio e bonifica dei suoli delle scuole De Carolis, Deledda ed ex D’Aquino (importo previsto 165mila euro già disponibile) i tempi previsti sono ampiamente rispettati e rimane confermato il cronoprogramma già fissato. Un impegno particolare è stato profuso, e l’incontro della Cabina di oggi è stato utile a tirare le somme di questa attività, nel reperimento dei fondi necessari per le attività relative al Porto di Taranto: in particolare la Regione Puglia ha individuato a dicembre scorso 15mln di euro di risorse che unite ai 20mln su cui il Ministero per lo Sviluppo Economico si è impegnato per i lavori della cassa di colmata permettono di passare alla fase pratica.
Questo anche in ragione dell’emanazione del provvedimento della Regione Puglia all’interno del percorso amministrativo per il rilascio del parere di valutazione di impatto ambientale da parte del M.A.T.T.M. e dell’impegno di Sogesid Spa, società in-house del Ministero dell’Ambiente, relativamente alle attività che riguardano l’area ex Yard Belleli: nella cabina di regia di oggi la società si è impegnata alla firma del contratto per l’affidamento dei lavori il prossimo 30 gennaio per avviare poi gli stessi entro il 30 giugno prossimo.
Infine la Cabina di Regia si è occupata della vicenda, emersa da articoli di stampa, relativa ad una cava nella Gravina di Leucaspide sita tra il comune di Statte ed il comune di Crispiano oggetto di una denuncia di rinvenimento di rifiuti principalmente rappresentati da loppa da parte di Ilva Spa. A seguito di approfondimenti sul tema fatti con il supporto di Arpa Puglia e grazie ad una interlocuzione tra Cabina e Ministero dell’Ambiente quest’ultimo ha provveduto a diffidare (in maniera formale lo scorso 19 dicembre) Fintecna, Azionista Unico Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., intimandole di iniziare i lavori di rimozione dei rifiuti reperiti all’interno della cava entro la fine del mese di febbraio 2014 e per un attività di non oltre 6 mesi.

I cronoprogrammi degli interventi ed ulteriori informazioni sui progetti sono reperibili su www.commissariodelegatoemergenza.it/taranto

ilva 2

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: