Taranto: notificato in carcere arresto ad autore femminicidio di Statte

E’ stata notificata stamane in carcere dai carabinieri di Massafra un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Cosimo De Biaso, 24 anni, di Statte, in provincia di Taranto, l’autore dell’omicidio di Ilaria Pagliarulo, 20 anni, originaria della provincia di Como, sua fidanzata e convivente. Il giovane dovrà rispondere anche del tentato omicidio della madre della vittima Orietta Visentin, 54enne, di detenzione e porto illegale di arma, di spari in luogo pubblico, tutti reati aggravati in quanto compiuti nel periodo in cui era sottoposto alla sorveglianza speciale. La misura cautelare è stata emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Taranto Pompeo Carriere, su richiesta del sostituto procuratore Maurizio Carbone. De Biaso era stato arrestato in flagrante lo scorso 16 settembre dai carabinieri della Compagnia di Massafra e della Stazione di Statte. Già il 18 settembre, al termine dell’udienza di convalida dell’arresto in flagranza, al giovane era stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere, sebbene in quel momento il reato rubricato era quello di tentato omicidio sia per i colpi inferti alla ragazza che per i colpi indirizzati all’auto della madre che accompagnava l’ambulanza in soccorso di Ilaria. La povera ragazza, infatti, ferita da colpi di pistola in due momenti
diversi, era ancora in vita, ricoverata in gravissime condizioni. Poi il 22 settembre scorso Ilaria è deceduta. Il pubblico ministero titolare dell’indagine ha mutato la qualificazione giuridica del reato in omicidio volontario, avanzando una nuova richiesta di misura cautelare, accolta dal gip che, anche in considerazione dei primi
risultati dell’autopsia, ha confermato ancora una volta la piena validità dell’impianto accusatorio a carico di De Biaso come emerso dalla ricostruzione degli investigatori.

DE BIASO COSIMO

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: