Taranto: micce e detonatori nello scantinato, arrestato

Detenzione abusiva di materiale esplodente. E’ l’accusa contestata ad un 38enne tarantino Massimo Fittaiolo colto in flagranza di reato dagli agenti della Squadra Mobile che ieri pomeriggio hanno attuato mirati servizi volti al rintraccio di armi ed esplosivi in uso alla malavita locale. Intorno alle 21,30, i poliziotti hanno eseguito una perquisizione domiciliare in casa dell’uomo, al quartiere Paolo VI. Inizialmente non è stato trovato nulla. Poi l’attenzione dei poliziotti si è diretta alla chiave di una cassaforte incassata nella parete di uno scantinato in uso esclusivamente a Fittaiolo.
Al suo interno gli agenti hanno recuperato tre micce a lenta combustione e 3 detonatori in alluminio. Dopo quanto ritrovato il 38enne è stato arrestato ma contestualmente anche deferito all’A.G. per ricettazione, in quanto nello stesso scantinato gli agenti hanno rinvenuto un motociclo a cui era stata posta la targa di un altro mezzo.

micce e detonatori

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: