Taranto: maxi sequestro dei “Baschi Verdi” di articoli pericolosi

E’ di 12.700 articoli sequestrati e 5 cittadini cinesi denunciati il bilancio di una serie di controlli attuati in tutto il territorio provinciale nei confronti di negozi che commercializzano prodotti sospettati di non essere conformi alla normativa sulla sicurezza e, pertanto, altamente pericolosi per il consumatore. Si tratta di congegni pericolosi e accessori per la telefonia contraffatti individuati dai “Baschi Verdi” del Gruppo di Taranto, che hanno scandagliato diverse attività commerciali gestite da soggetti di nazionalità cinese. Tra gli articoli sequestrati, congegni elettrici ed elettronici, puntatori laser, batterie e occhiali da vista, risultati pericolosi in quanto privi dei requisiti imposti dalla normativa comunitaria sulla sicurezza prodotti, nonché accessori per telefonia (pellicole touch-screen e cover) muniti di marchio contraffatto. Per 5 persone, titolari di altrettanti esercizi commerciali, 3 dei quali ubicati nel pieno centro del capoluogo jonico e 2 a Palagiano (TA), è scattata la denunzia all’Autorità Giudiziaria per (contraffazione, alterazione o uso di segni distintivi di opere dell’ingegno o di prodotti industriali-introduzione nello stato e commercio di prodotti con segni falsi – ricettazione).

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: