Taranto: la Massoneria torna in pubblico per anniversario Loggia Pitagora

La Massoneria del Grande Oriente d’Italia torna ancora una volta a Taranto in pubblico con una manifestazione dedicata al 40° anniversario della fondazione di una delle Logge cittadine, intitolata a Pitagora, a conferma di una presenza storica sul territorio e di una attività di trasparenza ed apertura al sociale, secondo il progetto del Gran Maestro Gustavo Raffi.

L’evento, che si svolgerà sabato 30 novembre nelle sale del Grand Hotel Delfino, consta di un incontro rituale mattutino riservato agli iscritti del Grande Oriente d’Italia, che converranno a Taranto dalla Puglia e da altre città della penisola, e di una conferenza aperta al pubblico.

Tema della conferenza, che avrà luogo nella sala Italia dalle ore 17.00 alle ore 19.30, sarà “Pitagora e la sua tradizione, con riferimento alla realtà attuale”.

Dopo gli indirizzi di saluto da parte di esponenti nazionali e locali del GOI, saranno illustrati i “versi aurei” di Pitagora con una introduzione del Dott. Piero Bonanno (“Il mito infranto accenda la speranza”) e dell’Avv. Carlo Petrone (“Dal sogno pitagorico al rapporto con la città”).

La relazione di base sarà svolta dal Dott. Moreno Neri, saggista, sullo stimolante tema “Pitagora è ancora tra noi?”.

I lavori saranno diretti dal Dott. Vito Zecca, Maestro Venerabile della Loggia Pitagora e saranno conclusi dall’Avv. Gustavo Raffi, Gran Maestro del Grande Oriente d’Italia.

La Loggia Pitagora opera a Taranto nel solco dell’insegnamento pitagorico in un lavoro di ricerca che privilegia l’impegno soggettivo e verso il prossimo in termini di approfondimento della dottrina pitagorica, che visse un periodo di grande splendore attraverso la scuola iniziatica di Crotone, sviluppata a Taranto da Archita.

p40

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: