Taranto: furti ai bancomat, un arresto e una denuncia

Taranto – Sono sospettati di essere gli autori di alcuni furti ai danni di Bancomat: due cittadini rumeni sono stati fermati da agenti della Volante della Questura di Taranto tra viale Magna Grecia e via Lacaita nel capoluogo jonico vicino a uno sportello dell’agenzia del Monte dei Paschi di Siena che probabilmente si apprestavano a manomettere. Uno dei due si trovava sul marciapiedi mentre l’altro era in un’auto parcheggiata lì vicino. Nella vettura è stato trovato un foglio che riportava gli indirizzi di varie agenzie di Mps in diverse province del Sud Italia.
Nel corso dei controlli effettuati dagli agenti, dubbi sono sorti sull’autenticità della carta d’identità esibita da uno dei due uomini mentre l’altro è risultato avere precedenti penali per furti a sportelli bancomat con la tecnica del ‘cash trapping’ (la cosiddetta ‘forchetta’). A suo carico pendeva un’ ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Lucca per molteplici furti di denaro presso sportelli bancomat Unicredit avvenuti nella città toscana. Successivi accertamenti, svolti grazie alla collaborazione dell’Interpol, hanno permesso di appurare che l’uomo utilizzava un documento d’identità rilasciato dalle autorità rumene a un suo connazionale sul quale, però, aveva apposto la sua foto. Per questo dal controllo delle sue impronte digitali non emergevano mai segnalazioni. Il venticinquenne Daniel Atanasoe, questa la sua vera identità, è stato pertanto arrestato, mentre il connazionale con cui si accompagnava è stato deferito all’ Autorità giudiziaria per favoreggiamento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: