Specchiarica: grazie ai volontari salvato quasi 50% dei piccoli di tartaruga. Nuove foto

Rincuora il bilancio definitivo dell’attività svolta dai volontari dell’Oasi Wwf di Policoro che nel tratto di spiaggia di Quota 11 hanno vigilato in questi giorni sulla schiusa delle uova di tartaruga caretta caretta presenti nello stesso nido delle 34 tartarughine sono morte schiacciate sulla vicina strada litoranea ingannate dalla luce della pubblica illuminazione. Un’avventura cominciata male.. scrive la Lega Navale Italiana sezione di Torre Colimena – ma grazie al tempestivo e rapido intervento dei volontari dell’ Oasi Wwf Policoro ogni rischio per le successive nascite è stato scongiurato, da quanto stimato, quasi il 50% dei piccoli di tartaruga è stato salvato da sorti incerte,merito della grande organizzazione e sapienza sul campo di questi ultimi..”
I responsabili della Lega Navale rivolgono un ringraziamento a questi ragazzi “Ci sarebbero tante bellissime parole da poter usare, ma come nostro uso e costume, useremo quelle più semplici e sincere.
Vogliamo ringraziare di vero cuore il coordinatore del presidio Gianluca Cirelli, il responsabile dell’ Oasi wwf Policoro Tonino Colucci, le instancabili Antonella D’Amore e Greta Capelli insieme a tutti i ragazzi volontari del Wwf provincia di Taranto che si sono alternati.
Un grazie immenso immenso va al vicepresidente Massimiliano Nigro, scrupoloso in ogni dettaglio sia nel supportare in tutto e per tutto i ragazzi del Wwf che nel coordinare i”suoi uomini”, al socio direttivo Valerio Augurio e i soci Alessandro Adriano, Tieni Jonathan, Giuseppe Crisostomo e tutti gli altri soci che hanno contribuito anche minimamente, encomio al presidente Giusi Davide che per primo ha raggiunto il nido allertando tutte le autorità competenti.
Grazie anche al dottor Pietro Costantino Carrozzo che ha dedicato spontaneamente e ininterrottamente il proprio tempo a quest’opera. E naturalmente tutti gli altri volontari che si sono alternati.
Aver trascorso con tutti voi questa intensa settimana è stato un’onore, grazie a voi abbiamo portato alto il nostro spirito di tutela verso il mare”

Nelle foto sono stati catturati momenti salienti della nascita delle tartarughe di Specchiarica, per condividere con il pubblico la grande emozione vissuta in questa esperienza.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: