Sin Brindisi. Nicastro:”Enti locali facciano proposta, io la porto a Roma”

“Una proposta coordinata con il territorio che abbia solide fondamenta tecniche e che, soprattutto, abbia anche un quadro normativo di riferimento, così la Regione Puglia, sulla base delle sollecitazioni che giungono da quel territorio, potrà farsi portatrice presso il Ministero di una via concreta e percorribile per il SIN di Brindisi.” Così l’Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Lorenzo Nicastro, spiega i contenuti dell’incontro avuto ieri mattina con i rappresentanti dell’ente provinciale di Brindisi, con i quali ha detto ha condiviso il suo punto di vista rispetto alle legittime istanze.

“Già qualche mese addietro, in occasione di un incontro presso il Ministero dell’Ambiente, avevamo sottolineato l’importanza di una riperimetrazione dell’area interessata dal SIN ferma restando la necessità di evidenze scientifiche che possano tranquillizzare in merito allo stato di salute dei suoli e della falda. E’ evidente, – prosegue Nicastro – e abbiamo avuto cura di rappresentare in sede ministeriale anche questo aspetto, la necessità di una semplificazione dei processi rispetto agli interventi da mettere in cantiere”.

“Visto che a seguito dell’incontro dello scorso Aprile non abbiamo più ricevuto comunicazioni dal Ministero, ho invitato la Provincia di Brindisi ad elaborare una proposta compiuta e solida per le aree del Sin e per l’avvio delle attività connesse: una proposta che dovrà essere sottoposta anche agli altri soggetti cointeressati affinché – conclude Nicastro – si possa giungere a Roma con una proposta concreta, realizzabile e definita. A quel punto chiederò un appuntamento al Ministro per discutere prima sul piano politico e poi su quello tecnico del rilancio dell’area di Brindisi che da troppi anni aspetta risposte”.

nicastro

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: