Sequestro Ilva: i Verdi, “Chi inquina, paga”

Finalmente viene resa giustizia a migliaia di cittadini che si ammalano e soffrono a causa dell’inquinamento e che sono costretti a subire condizioni di lavoro precarie o degradanti, nella totale inerzia dei responsabili politici. E’ il commento dell’Esecutivo Provinciale dei Verdi sul sequestro dei beni alla famiglia Riva eseguito dalla Guardia di finanza, provvedimento che .”..afferma un principio da noi Verdi sostenuto da sempre: quello che chi inquina paga.
ilva 2

Il nostro Presidente nazionale Angelo Bonelli, Consigliere comunale a Taranto, aveva presentato, lo scorso 30 Novembre, alla Procura, un esposto con cui chiedeva, in via cautelativa e conservativa, questo tipo di provvedimento nei confronti dei Riva.” “Ora questi 8 miliardi sequestrati- concludono i Verdi – devono servire non solo per un programma di risanamento ambientale, ma anche per avviare una conversione industriale che  assicuri un lavoro stabile agli operai, che rischiano di perderlo a causa della crisi dell’Ilva, e crei nuova occupazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: