Sequestrati due quintali di cozze in un laboratorio abusivo. Video

Incessante l’attività di controllo della Polizia di Stato, in collaborazione con la Capitaneria di
Porto, per garantire il rispetto delle norme igieniche da osservare nella commercializzazione di
prodotti ittici ed in particolare di mitili.
Nel Quartiere Tamburi di Taranto, i poliziotti ed i militari hanno scoperto che nel cortile di un
condominio in via Verdi era stato messo in piedi un laboratorio abusivo per la preparazione di cozze sgusciate da immettere poi sul mercato.
Sono stati rinvenuti sotto un telo, con evidenti carenze dei requisiti igienico – sanitarie, circa
due quintali di cozze, molte delle quali già sgusciate e confezionate in vaschette di plastica.
Tutti i mitili sono risultati privi dei previsti certificati di tracciabilità e sono stati
immediatamente sequestrati. Il titolare dell’attività, un tarantino di 23 anni, è stato invece denunciato in stato di libertà per commercio di sostanze alimentari nocive.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: