San Pietro in Bevagna: cosa si può fare e cosa è vietato sulla spiaggia

Con l’ordinanza n. 09 del 14 Giugno 2019, la Commissione Straordinaria del Comune di Manduria ha recepito l’Ordinanza balneare 2019 della Regione Puglia, pubblicata
nel Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 39 del 11 aprile 2019, disciplinante l’esercizio dell’attività balneare e l’uso del demanio marittimo sia nelle zone libere oltre che nelle strutture turistico ~ ricreative esistenti.
Tra le varie disposizione, in particolare si prevede:
che su tutte le aree demaniali marittime, al fine di favorire la sostenibilità ambientale delle spiagge e preservare l’ambiente marino, è vietato l’utilizzo di contenitori per alimenti, piatti, bicchieri, posate, cannucce, mescolatori per bevande non realizzati in materiale compostabile, anticipando così la direttiva europea che mette al bando detti prodotti in plastica monouso solo dal 2021 i quali rappresentano il 70% del materiale che inquina spiagge ed oceani nel mondo;
– che sulle spiagge libere ovvero nelle concessioni demaniali è consentito l’accesso degli
animali d’affezione di piccola taglia, in regola con le vaccinazioni igienico-sanitarie
previste, da collocare sotto gli ombrelloni in posizione tale da non arrecare disturbo o
disagio agli altri utenti. Gli animali dovranno essere portati in braccio o in trasportino fino
all’ombrellone e dovranno essere sempre mantenuti al guinzaglio. I proprietari dovranno
comunque assicurare l’aspetto igienico-sanitario, sia a tutela dell’animale, sia per quanto
attiene alla pulizia dell’area occupata;
– il divieto assoluto di lasciare sulle spiagge libere, oltre il tramonto del sole, ombrelloni,
lettini, sedie, sdraio, tende o altre attrezzature comunque denominate. E’ vietato altresì,
nell’arco dell’intera giornata, lasciare tali beni allo scopo di riservarsi una porzione di
spiaggia; in tal caso tutte le attrezzature saranno sottoposte a sequestro;
– Che nelle aree libere è possibile svolgere manifestazioni di breve durata (giochi,
manifestazioni sportive, ricreative e culturali, spettacoli, ecc.) per un periodo di tempo
inferiore o pari a n. 30 giorni, previa autorizzazione rilasciala dal Comune, non
rinnovabile.
– è vietato inoltre campeggiare con tende, roulotte, camper, ed altre attrezzature o installazioni impiegate a tal fine, nonché pernottare, al di fuori delle aree specificatamente
destinate con regolare titolo abitativo.

Queste le disposizioni più importanti da ricordare. E’ possibile consultare il documento integrale dell’ordinanza pubblicata sul sito internet del Comune di Manduria.

Si esorta la piena collaborazione dei villeggianti e si augura un sereno soggiorno.

ordinanza n.9 del 14giu2019

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: