Riserve Naturali di Manduria: recupero e monitoraggio fauna selvatica. Dati incoraggianti

Il Centro di prima Accoglienza della Fauna Selvatica Omeoterma non va in vacanza!
Le Riserve Naturali del Litorale Tarantino, possono vantare, nel loro ricco ventaglio di offerte al territorio, un servizio poco conosciuto, ma fondamentale nell’ottica della tutela della fauna: il CENTRO DI PRIMA ACCOGLIENZA DELLA FAUNA SELVATICA OMEOTERMA.

Nato per accogliere i selvatici in difficoltà e prestare loro le prime cure, lo staff, sapientemente guidato dal dott. Patrizio Fontana e dal dott. Alessandro Mariggiò, è spesso disponibile anche al recupero degli stessi dal territorio; un servizio quotidiano e responsabile che non va in vacanza!
Nel corso degli ultimi mesi il Centro ha accolto circa un centinaio di selvatici di cui alcuni son tornati in Natura lo scorso 4 luglio, presso il Bosco Cuturi, che per l’occasione ha ospitato i tanti appassionati accorsi, protagonisti di una lezione di educazione ambientale e di vita.
Accogliere ed assistere questi animali, seppur nelle prime fasi del recupero, è un’opera di sensibilità ed attenzione verso l’ambiente ed un modo diverso di monitorare la popolazione del territorio. La presenza tra i “pazienti”, di una giovane Garzetta, lascia presagire una sua (rara) riproduzione in zona, alla quale si sono poi affiancati tanti rapaci diurni (come le Poiane e i Grillai, molti recuperati nel Comune di Manduria) e notturni (come l’Assiolo ed il Barbagianni).
Il Centro è anche responsabile dell’allestimento di una stazione di foto video trappolaggio in Salina Monaci; dello studio e del monitoraggio delle specie aviari presenti nelle nostre Riserve Naturali.
I dati ottenuti si son mostrati incoraggianti, evidenziando la presenza del Fratino (Charadrius alexandrinus), uccello limicolo la cui presenza è indice di ricchezza di biodiversità e che ultimamente tanto fa parlar di sé: tra adulti e pulli il 23 giugno son stati censiti ben 44 fratini, fino ad arrivare a ben 62 esemplari all’inizio di agosto.
Per una specie molto delicata sono numeri importanti che fanno collocare la Salina come una zona ottimale per la riproduzione e/o la sosta di questi rari caradridi.
Il monitoraggio ha permesso inoltre di identificate con certezza la riproduzione degli altrettanto rari Fraticelli, delle Volpoche, delle Avocette e dei Cavalieri d’Italia, nostri ormai consolidati ‘inquilini’. Da segnalare la registrazione dei riti di corteggiamento tra i Fenicotteri, che anche se non hanno esitato nella loro nidificazione ci ricordano che il sito è per loro candidabile come sede di una nuova loro ‘casa’.
Questi dati se da un lato fanno ben sperare per la conservazione della biodiversità delle Riserve Naturali, dall’altra, impongono un comportamento sempre più responsabile, in quanto ospiti!
Il servizio di Recupero Fauna Selvatica è fruibile gratuitamente da tutti e per qualsiasi segnalazione il numero di riferimento è: 331 9765151.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: