Regionale 8 Talsano-Avetrana: interrogazione di Sala che lamenta il parere negativo del Comitato VIA

Una interrogazione è stata presentata al Presidente Vendola e all’Assessore regionale alle Infrastrutture Giannini per sapere quali iniziative intendono adottare per sbloccare la realizzazione dell’importante asse viario Talsano- Avetrana. A presentarla il consigliere regionale del Pdl Arnaldo Sala che lamenta il blocco dell’opera per
il parere negativo espresso dal comitato di Via della Regione Puglia. Sala spiega le ragioni in una nota riassumendo l’iter di realizzazione. Nel lontano 2006 il Presidente della Regione Niki Vendola, sentiti prima i suoi organi tecnici, firma un accordo per realizzare un importante asse viario, lo stesso che dopo due anni la Regione Puglia finanzia con otto milioni di euro, dei quali cinque milioni peraltro sono stati già spesi; dopo sette lunghi anni, infine, un organo tecnico della stessa Regione Puglia guidata da Vendola blocca il progetto buttando alle ortiche tutto il lavoro fatto e i fondi pubblici già spesi.

Quale credibilità ha una classe politica che amministra così un Territorio e, soprattutto, i soldi che i cittadini versano con una tassazione sempre più elevata?” – afferma consigliere pidiellino – “Eppure è proprio quello che è accaduto, in spregio di ogni buona pratica di pubblica amministrazione, con riferimento all’asse viario Talsano-Avetrana, una strada strategica per lo sviluppo futuro del versante orientale della provincia jonica, in quanto ridurrebbe i tempi di percorrenza per raggiungere i centri abitati e le località turistiche balneari e, inoltre, decongestionerebbe la litoranea salentina. Una strada la cui realizzazione rivestirebbe anche una funzione sociale in quanto, evitando alle ambulanze il transito attraverso numerosi centri abitati, ridurrebbe il tempo di trasferimento di feriti o malati dai centri dell’area orientale, i cui ospedali sono stati ampiamente penalizzati  verso i nosocomi principali di Taranto. Il Progetto era stato regolarmente previsto nel Piano regionale dei Trasporti a seguito degli accordi ufficiali sottoscritti nel 2006 tra i tre Presidenti delle Province del Salento e il Presidente Vendola, progetto che aveva avuto parere favorevole per la valutazione ambientale strategica (VAS).
E nel 2008 l’Assessorato regionale alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Puglia aveva finanziato con circa otto milioni di euro il progetto esecutivo Talsano-Pulsano Est, somma della quale sono stati già spesi circa cinque milioni per attività tecniche.
Ma accade solo in Puglia: martedì scorso, 21 maggio, questo Progetto è stato bocciato dal Comitato regionale VIA (Valutazione Impatto Ambientale) della stessa Regione Puglia: milioni di euro spesi inutilmente e, così, svanisce la possibilità di sviluppare l’economia, soprattutto il turismo, del versante orientale della nostra provincia. Solo una delle tante opportunità per il nostro Territorio che la Regione Puglia – secondo Il consigliere regionale Sala – ha scientificamente annullato politicamente per penalizzarci a vantaggio di altre zone della Puglia. Un ulteriore schiaffo in faccia alle comunità del versante orientale della nostra provincia che, evidentemente, “pagano” così il rappresentare da sempre la roccaforte del Centrodestra jonico.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: