Porto Cesareo: pastore aggredito e derubato del gregge

Aveva portato il suo gregge al pascolo in località “Fattizze” tra Porto Cesareo e Veglie.  Un pastore è stato aggredito, legato e rapinato del bestiame. Il giovane rumeno, che lavora presso la “Masseria La Grande”, è stato ritrovato da una guardia giurata allertata dal titolare preoccupato di non vederlo rientrare. Ai carabinieri della stazione di Porto Cesareo, intervenuti sul posto insieme ai colleghi della compagnia di Campi Salentina, il malcapitato ha raccontato di essere stato avvicinato da tre persone , giunte a bordo di un furgone bianco, che lo hanno prima colpito alla testa per poi immobilizzarlo, legarlo, e derubarlo dell’intero gregge, composto da 250 pecore.

pecore

 

 

Seguendo le tracce lasciate sul terreno, i militari sono arrivati nei pressi della vicina “Masseria Li Chiodi”, una struttura da tempo abbandonata all’interno della quale è stato ritrovato gran parte del gregge. All’appello mancano ancora 40 ovini.
Per il pastore si sono rese necessarie le cure dei sanitari dell’ospedale di Copertino. Indagini sono in corso da parte dei carabinieri per identificare i responsabili dell’aggressione e del furto.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: