Perseguitava l’ex moglie: arrestato “stalker”.

Perseguitava e vessava la ex moglie, rendendole la vita difficile e suscitando in lei timori per la propria incolumità.

Con l’accusa di atti persecutori, un 30enne incensurato tarantino è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della Stazione di Taranto Nord.

Le indagini sono state avviate nel maggio scorso quando la donna si era presentata in caserma per denunciare i continui e pressanti appostamenti e pedinamenti da parte del suo ex-marito che, da quando si erano separati, non le aveva dato tregua, iniziando a perseguitarla e ad insultarla, anche tramite l’invio di messaggi sui social network.

Per questo la vittima già da diverso tempo era stata costretta a cambiare le proprie abitudini, limitando anche le uscite di casa per paura di possibili ritorsioni da parte dell’uomo.

Queste preoccupazioni si sono rivelate fondate. Infatti, in questa circostanza, il 30enne, dopo aver notato la ex moglie sulla pubblica via, l’ha avvicinata in modo aggressivo, con l’intento di riallacciare il rapporto sentimentale e, dopo l’ennesimo rifiuto, le si è avventato contro, minacciandola con un coltello.

Segnalato l’episodio al 112, i Carabinieri della Stazione di Taranto Nord sono intervenuti immediatamente, riuscendo a bloccare l’uomo mentre, a bordo della propria autovettura, tentava di allontanarsi dalla zona.

Il 30enne, sottoposto ad una perquisizione veicolare e personale, è stato trovato in possesso del coltello con il quale aveva minacciato la donna.

L’uomo, condotto in caserma, su disposizione del PM di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, è stato infine tradotto presso la locale Casa Circondariale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: