A Patrasso per sostenere Taranto candidata ad ospitare Giochi del Mediterraneo

Trasferta a Patrasso in Grecia, sabato prossimo, a sostegno della candidatura di Taranto quale sede per la XX edizione dei Giochi del Mediterraneo 2026. La delegazione è guidata dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dal Sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, dal presidente della Provincia di Taranto Giovanni Gugliotti. Presenti anche i rappresentanti del Coni, Mario Pescante (membro del Comitato olimpico internazionale) e Alessandra Sensini (vicepresidente nazionale Coni). A completare la squadra made in Puglia, l’assessore regionale Cosimo Borraccino, il capo di Gabinetto della Regione, Claudio Stefanazzi, il direttore dell’Asset nonché consigliere Coni, Elio Sannicandro, l’on. Rosalba De Giorgi, il vice presidente di Aeroporti di Puglia Antonio Vasile, il dirigente per la pianificazione strategica di Pugliapromozione Luca Scandale, i presidenti della Federazione Danza sportiva, Michele Barbone e del Taekwondo, Angelo Cito, il presidente del Coni Puglia, Angelo Giliberto e il delegato Coni di Taranto, Michelangelo Giusti.

Trenta i minuti a disposizione per presentare i punti di forza della proposta di Taranto e proiettare due video, uno dedicato al capoluogo jonico con i suoi tesori e gli scorci più rappresentativi e l’altro con messaggi di sostegno e immagini dei campioni dello sport pugliese che auspicano l’assegnazione dei Giochi in Puglia per la seconda volta dopo l’edizione di Bari 1997.

IL DOSSIER – Nelle 108 pagine vengono indicate le motivazioni e gli obiettivi della candidatura con il masterplan delle sedi sportive e il calendario della manifestazione con le 30 discipline sportive previste, comprese quelle paralimpiche. L’approccio fortemente sostenibile è evidenziato dal massimo utilizzo del patrimonio esistente prevedendo interventi di adeguamento e miglioramento. Ventotto gli impianti già esistenti e utilizzabili tra Taranto e altri 20 Comuni nell’area Jonico-salentina. Due gli impianti di nuova costruzione per le competizioni: la piscina olimpica, il centro nautico oltre a tre palestre di quartiere per gli allenamenti. Tutto ciò costituirà un’eredità molto importante per Taranto e per l’intero territorio interessato.

Gli impianti ospiteranno in contemporanea sia le competizioni olimpiche sia quelle paralimpiche per rafforzare il concetto di integrazione e solidarietà sportiva. Il Villaggio Mediterraneo destinato ad ospitare gli atleti è stato individuato a Castellaneta Marina e prevede l’integrazione di quattro villaggi turistici già esistenti e particolarmente confortevoli nonché dotati di ogni servizio ricettivo necessario alla migliore accoglienza dei 4mila atleti partecipanti. Il quadro economico finanziario ipotizza l’utilizzo complessivo di risorse per 290 milioni di euro tra interventi pubblici (Stato, Regione Puglia, Comune di Taranto e altri Comuni interessati) e privati (sponsor e diritti TV)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: