Ottobre con il Nastro Rosa della Lilt per dire no al cancro del seno. A Taranto visite senologiche gratuite

Ogni mercoledì, dalle 17.30 alle 18.30, nel mese di ottobre, presso la Casa di Cura D’Amore (Gruppo Villa Maria) a Taranto. appuntamento con la prevenzione. L’invito è rivolto a tutte le donne della provincia ionica affinché approfittino dell’occasione offerta dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sede di Taranto che ha programmato visite senologiche gratuite, nell’ambito della campagna nazionale Nastro Rosa. L’iniziativa è stata resa possibile anche grazie alla sensibilità dell’Avv. Alberto Dimitri, Amministratore Delegato della Casa di Cura D’Amore, che ha messo a disposizione la struttura sanitaria di Viale Magna Grecia 62, in continuità con la mission che la vede in prima linea nelle tecniche di diagnosi precoce del tumore al seno (cosiddette del “linfonodo sentinella”).
Prenotando la visita ogni lunedì e martedì pomeriggio, dalle 17.00 alle 19.00, con una telefonata allo 099.4528021, sarà possibile infatti accedere ai controlli clinici per la prevenzione dei tumori del seno e la diagnosi precoce.
Ma non solo. Per l’occasione, la Lilt ionica sta organizzando anche altre iniziative, che renderà pubbliche a giorni.
Per l’edizione 2013, la 20a in Italia, la testimonial della campagna è Margherita Buy, attrice cinematografica e teatrale tra le più apprezzate, spesso impegnata in ruoli che raccontano vissuti e sfaccettature della sfera emotiva femminile.
Il tumore al seno resta il killer numero uno per le donne. La sua incidenza è in costante crescita: in Italia ogni anno si ammalano più di 45mila donne. Un incremento dovuto all’allungamento dell’età media della popolazione femminile e all’aumento dei fattori di rischio.
Occorre sottolineare che sta cambiando anche l’età in cui la malattia si manifesta: il 30% circa dei casi si verifica prima dei 50 anni, fuori quindi dall’età prevista dai programmi di screening mammografico. Un ulteriore motivo per sensibilizzare tutte le donne alla cultura della prevenzione e renderle sempre più protagoniste della tutela della propria salute.
«Da recenti studi si stima – afferma il prof. Francesco Schittulli, senologo-chirurgo oncologo e Presidente Nazionale della LILT – che in Italia siano oltre 45.000 i nuovi casi annui di carcinoma mammario. L’aumento dell’incidenza del tumore al seno è stata pari a circa il 14% negli ultimi sei anni e, in particolare, per le donne tra i 25 e i 44 anni di età l’incremento è stato del 29% circa. Le nuove tecnologie diagnostiche di imaging, sempre più precise e sofisticate, insieme alla risonanza
magnetica mammaria (RMM), consentono oggi di poter individuare lesioni millimetriche in fase iniziale, vale a dire quando il grado di malignità e l’indice di aggressività del tumore sono bassi e il processo di metastizzazione è pressoché nullo. Scoprendo un carcinoma infatti al di sotto del centimetro, la probabilità di guarire sale ad oltre il 90%, permettendo peraltro di eseguire interventi chirurgici conservativi, che non provocano sensibili danni estetici alla donna, a beneficio quindi dell’integrità del seno, simbolo della sua femminilità».
Durante il mese di ottobre i 397 punti Prevenzione (Ambulatori) LILT, la maggior parte dei quali all’interno delle 106 Sezioni Provinciali della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, saranno a disposizione per visite senologiche e controlli clinici strumentali.

nastro rosa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: