Otranto. Sequestrati oltre 3 quintali di marijuana

Oltre tre quintali di marijuana sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza nel

corso di un’importante operazione aeronavale nel Basso Adriatico.
La droga era nascosta nel doppio fondo di un motoscafo fermato per un controllo dai militari del Reparto Operativo Aeronavale di Bari che, insospettiti dalla linea di galleggiamento particolarmente bassa, hanno deciso di ispezionare il natante, proveniente dalle acque internazionali e diretto verso le coste salentine di San Foca, a Melendugno.

I finanzieri hanno scoperto così che il motoscafo, apparentemente adibito al diporto, aveva un doppio fondo, abilmente occultato e accessibile dalla plancia di comando, all’interno del quale sono stati rinvenuti 222 involucri contenenti marijuana, per un peso complessivo pari a 352 kg ed un valore di mercato di circa tre milioni di euro.

Il motoscafo, dotato di un potente motore fuoribordo, è stato condotto agli ormeggi della Sezione Operativa Navale Guardia di Finanza di Otranto e sottoposto a sequestro, mentre il responsabile, un 41enne di Lecce, è stato arrestato con l’accusa di detenzione e traffico internazionale di stupefacenti.
L’operazione conferma l’efficacia dell’attività della Guardia di Finanza quale “polizia del mare”, e della consolidata collaborazione con le Autorità di polizia albanesi, garantita dal Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo e dall’Ufficiale di collegamento della Polizia Albanese in Italia.
Dall’inizio dell’anno il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti via mare verso le coste pugliesi ha consentito di sequestrare circa 17 tonnellate di marijuana, 17 imbarcazioni e di trarre in arresto 40 soggetti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: