Oria: aveva rapinato tabaccheria a Manduria, arrestato

E’ stato individuato ed arrestato il presunto autore della rapina ai danni di una tabaccheria di Manduria

commessa il 14 gennaio del 2017.
Si tratta del 21enne Samuele Pagano di Oria arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manduria in collaborazione con i militari della Stazione di Oria e posto ai domiciliari come disposto dall’ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Taranto, d.ssa Vilma GILLI, su richiesta del Sostituto Procuratore, nella persona del dr. Remo EPIFANI. Il provvedimento restrittivo è frutto delle indagini che i militari hanno compiuto subito dopo il colpo messo a messo ai danni di una tabaccheria di Manduria. In quell’occasione ad agire furono due individui travisati (uno è Pagano), di cui uno armato di pistola. Fecero irruzione nell’esercizio e sotto la minaccia dell’arma si fecero consegnare l’incasso giornaliero pari a 1.000,00 €, dileguandosi dopo l’evento delittuoso.
Samuele Pagano, due giorni fa, a Francavilla Fontana fu bloccato in auto perché guidava contromano senza aver conseguito la patente in compagnia di un giovane che occultava passamontagna e pistola priva di tappo rosso. I Carabinieri della Stazione di Francavilla Fontana, insospettiti dall’atteggiamento degli occupanti, apparsi alquanto “nervosi”, hanno approfondito gli accertamenti eseguendo una perquisizione sul veicolo. Nel vano porta oggetti dello sportello lato guida, i militari hanno rinvenuto una pinza multiuso con annessa lama appuntita lunga 5,5 cm; la perquisizione personale ha consentito di rinvenire nella cintola dei pantaloni dell’altro passeggero un giovane di 20 anni una pistola scacciacani calibro 8, senza matricola con canna priva di tappo rosso, e nella tasca del giubbotto un passamontagna ricavato da una manica di camicia in stoffa, sulla quale erano stati praticati due fori all’altezza degli occhi. Nel corso delle verifiche, i militari hanno appurato che PAGANO era sprovvisto della patente di guida in quanto mai conseguita pertanto è stato denunciato con la recidiva nel biennio per aver subito nel luglio 2017 altra denuncia per la stessa violazione nonché deferito in stato di libertà unitamente all’altro giovane oritano, per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere.
La pistola giocattolo priva di tappo rosso, l’attrezzo multiuso e il passamontagna sono stati sottoposti a sequestro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: