Operazione “RESET”: Sgominata organizzazione dedita al traffico di sostanze stupefacenti

Grottaglie – Fin dalle prime luci del mattino, la Polizia di Stato è impegnata ad eseguire nella provincia di Taranto, in particolare nel comune di Grottaglie e nei comuni limitrofi, 27 ordinanze di custodia cautelare, di cui 11 ai domiciliari, emesse dal locale Tribunale, nei confronti di altrettante persone facenti parte di un’ articolata e ramificata organizzazione, responsabile di cessione e traffico di sostanze stupefacenti. Trenta in tutto gli indagati.

All’operazione, denominata “RESET” partecipano 100 Agenti della Polizia di Stato tra personale del locale Commissariato, della Squadra Mobile di Taranto e dei Reparti Prevenzione Crimine di Bari e Lecce.

Partite nell’ottobre del 2011, quando gli investigatori rivolsero le loro attenzioni nei confronti di Gianfranco Mandrillo, 30 anni, e Pietro Lezza, di 25, entrambi pregiudicati noti come spacciatori di sostanze stupefacenti, le indagini sono andate avanti fino all’estate del 2012 permettendo agli agenti, anche attraverso intercettazioni, di delineare la fitta rete di spaccio cui i due facevano parte e che, nell’arco di quasi un anno, si era estesa pian piano anche ai comuni limitrofi a Grottaglie coinvolgendo a vario titolo almeno 27 persone.
Figura di rilievo nell’organizzazione era Vincenzo Venza, 39 anni, già arrestato nel novembre 2011 perché considerato l’autore dell’omicidio di Alessio Marinelli, il pugile 19enne di Grottaglie ucciso il 18 novembre 2012. Delitto che, secondo gli inquirenti,  sarebbe riconducibile a controversie nate dal mancato pagamento di partite di droga.
Tra le persone sottoposte ai domiciliari ci sono anche tre donne, una delle quali è la compagna dello zio di Domenico Petruzzelli, il piccolo di due anni e mezzo ammazzato nei giorni scorsi a Palagiano in un agguato dalle modalità mafiose.
Nel corso dell’attività investigativa sono state arrestate per detenzione ai fini di spaccio 5 persone e sequestrati 70 grammi di cocaina e 500 grammi di hashish.
In carcere:
Gianfranco Mandrillo, di 30 anni
Pietro Lezza, di 25 anni
Tommaso Spartano, di 37 anni
Raffaele Nannavecchia, di 33 anni
Ciro Nannavecchia, di 23 anni
Pasquale Serio Sisto, di 32 anni
Paolo Carbotti, di 47 anni
Pietro Marchese, di 27 anni
Francesco Vitale, di 52 anni
Vito Grassi, di 22 anni
Giovanni Soldato, di 23 anni
Vincenzo Venza, di 39 anni
Stefano Marangi, di 43 anni
Francesco Alfeo, di 22 anni
Gianfranco Galeone, di 34 anni
Ippazio Gioberti, di 26 anni

Ai domiciliari:
Lorenza Carlucci, di 21 anni
Marie France Fornaro, di 43 anni
Cosimo Damiano Quaranta, di 23 anni
Giovanni Ettorre, di 30 anni
Daniele De Rubertis, di 28 anni
Danilo Affatato, di 22 anni
Gianvito D’Onghia, di 28 anni
Dalila Favale, di 24 anni
Giuliano Patarnelli, di 27 anni
Francesco Matichecchia, di 20 anni
Cosimo Magazzino, di 43 anni

volanti in movimento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: