Omicidio Scazzi: morto nipote di Misseri, fu condannato a sei anni

Da tempo malato, è morto nella notte ad Avetrana, in provincia di Taranto, Cosimo Cosma, 46 anni, il nipote di Michele Misseri, che il 20 aprile dell’anno scorso venne condannato dalla Corte di Assise del Tribunale del capoluogo jonico perché avrebbe aiutato lo zio a gettare nel pozzo il cadavere della 15enne Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto del 2010. Cosma, che era libero, venne condannato in primo grado a sei anni di reclusione per concorso in soppressione di cadavere: ha sempre negato, però, ogni accusa.

cosimo-cosma

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: