Notte diVini “…le gaffes dell’Amministrazione di Manduria

“La sempre iperattiva (tranne per ciò che riguarda i problemi dei cittadini) Amministrazione Massafra ne ha tirata un’altra fuori dal cilindro.” La scoperta è dell’Associazione politico culturale Manduria Migliore che ha appreso dell’organizzazione di un evento dal roboante titolo di “Notte diVini, I° Salone del Primitivo”, comunicato alle aziende vinicole di Manduria con il tardivo avviso di pochi giorni dalla data prevista. Le aziende – spiegano – saranno ospitate “in linea di massima gratuitamente”(almeno per loro, visto che le spese dell’evento saranno a carico della comunità) all’interno di stand in legno posizionati in Piazza Garibaldi.
Si scopre, inoltre, che all’ingresso del Salone, “presumibilmente all’altezza della Chiesa di San Leonardo” verrà realizzato un grande portale di ingresso. Nella zona di Piazza Ciracì ci saranno invece stand dedicati alla gastronomia, “circa 15”, con la partecipazione di alcuni presìdi gastronomici di Puglia. “E proprio la presenza di detti presìdi spinge la solerte Amministrazione – afferma ancora Manduria Migliore – ad “ospitare una rappresentanza dei vini delle zone di provenienza, cioè Primitivo di Gioia e del Salento” i quali serviranno (la finalità è richiamata nell’avviso alle cantine) –“per dare modo ai visitatori di apprezzare la superiorità qualitativa del Primitivo di Manduria
“Ora, – commenta Manduria Migliore – che si possa e si debba cercare di fare rete con le comunità limitrofe è sacrosanto, ma siamo sicuri che dette comunità parteciperanno con piacere a questo – a loro dire “grandioso” – evento sapendo che i nostri illuminati amministratori hanno “invitato” i vini da fuori solo perché gli stessi siano la testimonianza che il nostro Primitivo sia migliore dei loro??? Non fosse altro per buona ospitalità, non è carino – a dir poco – dileggiarli, per giunta per iscritto, in siffatto modo!
Ma, a quanto pare, questa amministrazione è adusa ad offendere i territori “vicini”, anziché pensare a migliorare il nostro! Ma la vera delizia viene, come sempre, lasciata per ultima. Infatti si chiede la collaborazione per la miglior riuscita di questo evento “sfuggendo (è scritto testualmente) alla logica dei micro eventi già programmati dalle varie associazioni nella stagione estiva, in cui è presente sempre la degustazione del vino ma in modo del tutto marginale ed estemporaneo e, soprattutto, di dubbio ritorno economico e di immagine per le aziende.”

L’associazione rimarca come ancora una volta emerge la volontà di dividere la comunità anziché lavorare sinergicamente come sarebbe auspicabile.

“Che questa Amministrazione non avesse alcuna stima delle tante Associazioni che, con tenacia e passione, operano da anni sul territorio e cercano ogni anno di migliorare l’offerta turistica, era cosa risaputa, ma che si arrivi in un documento ufficiale a denigrare gli eventi organizzati da queste per promuoverne uno “proprio” è davvero grottesco! – scrive ancora Manduria Migliore difendendo le varie associazioni del territorio. E conclude “sottolineando solo che, mentre le associazioni promuovono eventi in favore del territorio e del vino, rischiando di tasca propria (e al massimo ricevendo minimi contributi dall’Ente), questa amministrazione si improvvisa anche quale organizzatrice di eventi i cui costi (solo per il noleggio degli stand dichiarano che spenderanno 18.000 euro!), graveranno sulle spalle della nostra comunità!
Ci limitiamo infine ad osservare come i fondi, che non ci sono mai per le giuste richieste ed esigenze dei cittadini, “magicamente” si riesca a farli apparire nel momento in cui si ritiene opportuno. Abbiamo comunque cessato molto tempo fa di meravigliarci di quanto in basso questi nostri “rappresentanti” possano spingersi nella gestione della cosa pubblica.”

calici-vino

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: