Nel casolare droga e attrezzi rubati: in manette pregiudicato

Ostuni – Detenzione di marijuana a fini di spaccio in flagranza di reato, furto di energia elettrica, furto di attrezzi agricoli.
Con queste accuse gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ostuni, hanno arrestato Vito Pietro Lanzillotti, pregiudicato ostunese di 40 anni.
L’operazione è stata condotta nella prima mattinata di ieri quando, a conclusione di una lunga e difficile attività di indagine, gli agenti di polizia hanno fatto irruzione in un casolare di campagna sito in contrada Cantrapa, sulla strada provinciale per Francavilla Fontana.
Convinti che l’uomo gestisse varie attività illegali, gli agenti nel corso di una perquisizione hanno rinvenuto 1,5 Kg di marjuana all’interno di due grossi involucri in carta stagnola e vario materiale per confezionare la droga. Inoltre i poliziotti hanno rinvenuto anche un costoso motocoltivatore ed altri attrezzi per l’uso in agricoltura, rubati il 5 novembre all’interno di un’abitazione privata in contrada Molillo (poco distante dall’abitazione dell’arrestato). Nel furto era compreso uno scooter che però non è stato rinvenuto. Tutto il materiale è stato restituito alla legittima proprietaria.
Come se non bastasse, in seguito al sopralluogo degli esperti tecnici-verificatori Enel appositamente fatti intervenire dagli agenti, è stata anche accertata la flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica. Il contatore era stato infatti manomesso per fare in modo che il misuratore di energia, oltre ad apparire regolarmente funzionante (in caso di verifica), in realtà, non segnasse gli effettivi consumi. Lanzillotti è stato dichiarato in arresto e trasferito al carcere di Brindisi a disposizione della procura e del gip.
vitopietrolanzillotti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: