Maruggio: in un mese la differenziata vola al 65%. Obiettivo è il 70%

Dal 1 ottobre ha avuto inizio la raccolta differenziata su tutto il territorio comunale, marine e
contrade comprese, con il sistema del “porta a porta”. Un cambio di rotta, quello di estendere
totalmente il porta a porta, che ha già prodotto i primi risultati positivi.
Infatti, nel primo mese di raccolta differenziata si è raggiunto un risultato che ha superato ogni rosea previsione e che rappresenta un dato importante per il futuro. Si passa dal 57,51% raggiunto nel mese di ottobre 2017 al 66,10% ottenuto nel mese appena trascorso.
Ad esprimere soddisfazione per il traguardo raggiunto è il vice sindaco e assessore all’Ambiente e
ecologia, Giovanni Maiorano: “ Un risultato raggiunto grazie al coraggio politico della nostra Amministrazione nel voler procedere in autonomo alla pubblicazione del bando per la gestione del
servizio, senza attendere il lungo iter burocratico, ancora in corso, gestito dall’ambito di raccolta
ottimale TA/5 di cui noi facciamo parte. Una scelta che, visti i risultati, rivendichiamo e di cui
andiamo fieri. A questo è d’obbligo aggiungere l’impegno dei cittadini maruggesi che, come sempre, hanno dimostrato volontà e attenzione nel seguire con rispetto tutte le indicazioni. Dopo i normali e comprensibili primi giorni di difficoltà, dovuti principalmente a problemi logistici e organizzativi, ora siamo davvero sulla buona strada. Crediamo fortemente che il servizio possa migliorare ancor più e che i cittadini continueranno a mostrare collaborazione e senso civico, nel rispetto dell’ambiente in cui viviamo. La nostra Amministrazione, attraverso le numerose iniziative in cantiere, sta cercando di garantire un servizio efficiente con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale e salvaguardare il territorio che ci circonda. Le basi sono buone per raggiungere traguardi ancora più soddisfacenti come quello di salire sul podio della Provincia di Taranto in termini di raccolta differenziata. Così facendo, oltre ai benefici ambientali, riusciremo a contenere i costi del servizio con una conseguente riduzione della tassa per i cittadini. Ora il prossimo obiettivo – conclude Maiorano – è il 70%”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: