Marijuana a bordo di un peschereccio: cinque arresti

Sequestro di marijuana nel porto di Bisceglie. I militari del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari

hanno sequestrato un peschereccio e oltre un quintale di marijuana. Arrestati i cinque componenti dell’equipaggio.

In particolare, nel tardo pomeriggio di martedì scorso, i finanzieri della Stazione Navale di Bari, nel corso di controlli finalizzati a verificare il corretto impiego degli idrocarburi utilizzati dai pescherecci che beneficiano di particolari agevolazioni fiscali, previste per il settore della pesca, hanno sottoposto a controllo diverse imbarcazioni. All’interno di uno dei pescherecci, durante le operazioni di verifica, i militari hanno rinvenuto alcuni involucri contenenti marijuana. Nei confronti dei cinque membri dell’equipaggio, tutti cittadini italiani residenti a Bisceglie e Molfetta, sono state eseguite perquisizioni personali e domiciliari presso le relative abitazioni e la sede della società armatrice a Bisceglie.
Al termine delle attività di polizia, sono stati sottoposti a sequestro il peschereccio, un furgone, 112,5 kg. di marijuana, 8.285 euro in contanti, 4 bilancini elettronici di precisione, 3 coltelli e 44 cartucce calibro 32.
I cinque membri dell’equipaggio nella flagranza del reato di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope sono stati tratti in arresto e associati alla Casa Circondariale di Trani a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.
Dall’inizio dell’anno 2017, sono circa 30 le tonnellate di marijuana trasportata via mare sequestrate, 38 gli scafisti arrestati e 23 i natanti sottratti alle organizzazioni criminali dalla Guardia di Finanza in Puglia; nell’intero anno 2016, sempre dalle Fiamme Gialle pugliesi, ne avevano sequestrate circa 22 tonnellate.
Tale sequestro di droga conferma l’efficacia con cui il Corpo assolve alle sue funzioni esclusive di unica Forza di Polizia deputata alla “sicurezza del mare”, a contrasto dei traffici illeciti perpetrati verso le frontiere nazionali ed europee.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: