Manifestazione contro i cattivi odori a Manduria sarà unitaria

Ha sortito gli effetti sperati l’incontro convocato per cercare di unire le forze e dare vita ad un’unica manifestazione di piazza contro
i cattivi odori che invadono l’intera città a tutte le ore. Tutti i movimenti, i comitati e le associazioni manduriane si sono confrontati su quando e come organizzare la manifestazione di protesta che due movimenti avevano avviato di propria iniziativa. I dettagli dell’evento, che si preannuncia molto partecipato, saranno diffusi nelle prossime ore. Quello dei cattivi odori è un problema che si è ingigantito ultimamente arrivando ad invadere, secondo i venti che spirano, anche le vicine Avetrana ed Erchie.
All’incontro tra i numerosissimi presenti hanno preso la parola vari rappresentanti di associazioni, comitati, partiti politici, gruppi spontanei, comitati di quartiere, associazioni di categoria e sindacati. Tutti hanno evidenziato la gravità della situazione, la necessità di agire in maniera decisa e concorda mettendo da parte le divergenze di carattere ideologico e politico. Dopo ampia discussione si è deciso all’unanimità 1) di istituire un indirizzo di posta elettronica dal quale partiranno tutte le future comunicazioni verso privati cittadini, istituzioni e organi di stampa; 2) preparare con l’ausilio dell’Associazione Forense Messapica che ne ha dato la disponibilità un esposto denuncia da inviare oltre che alla Procura della Repubblica a tutte le istituzioni locali provinciali regionali e nazionali che, a vario titolo, debbano essere informate della gravità del problema e possano contribuire alla sua soluzione 3) organizzare per il prossimo 7 ottobre una manifestazione pubblica unitaria senza insegne di qualsivoglia organizzazione di cui si darà notizia alla gestione commissariale per il rilascio delle autorizzazioni di rito. Firmato Manduria Lab; Comitato San Giovanni Bosco; Comitato Santa Gemma; Comitato Centro Storico; Associazione Don Luigi Neglia; Associazione Frammenti, Associazione Forense Messapica, Archeoclub d’Italia Manduria, Associazione Cantiere Aperto; Associazione Mimmo Puglia; Io amo San Pietro in Bevagna; Lega Consumatori; Comitato ManduriAmo, Associazione Vista dall’alto; CLEMM Manduria; CNA Manduria; Confagricoltura; Comitato Direttivo Marine di Manduria; Anpi Manduria; Legambiente Manduria; Cea Manduria; Giovani per Manduria; Manduria in Più, Federazione dei Verdi; Sinistra italiana; Manduria Migliore; Città Più; Manduria Noscia; Tutti insieme per Manduria; Attivisti Manduria 2.0; Liberi uguali MDP articolo 1; Centro Democratici Uniti; Partito Democratico.
“L’ambiente e la salute non hanno colore, ne possono essere appannaggio di parte piuttosto che di un’altra. – si legge in un post di Manduria Lab – Sono un BENE CONUNE da difendere tutti insieme. Tanti associazioni, comitati, movimenti e partiti politici della Città stasera hanno dimostrato senso di unità…
…Da questo momento, la rete di associazioni si incontrerà periodicamente per definire al meglio l’organizzazione di quanto concordato.”
Intanto Mimmo Breccia di Manduria Noscia al termine dell’intesa raggiunta ha commentato soddisfatto: “Questa sera Manduria ed i Manduriani hanno dato un forte segnale di Maturità e di Coesione…
Il 7 Ottobre tutti UNITI, senza bandiere e colori scenderemo in Piazza per opporci allo stato di abbandono nel quale riversa la nostra martoriata Città!
È arrivato il momento di attirare le attenzioni dei Media e di GRIDARE il MALCONTENTO!
Chi ci RAPPRESENTA, pagato PROFUMATAMENTE, deve cominciare ad ascoltarci…
Non prendete impegni, Manduria ha bisogno di noi tutti!!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: