Manduria. Ladri via con le condutture idriche

Erano interrati ad oltre un metro di profondità ma questo non ha scoraggiato i ladri che nei giorni scorsi sono riusciti a portar via i tubi in ferro di una vecchia condotta idrica in disuso, in contrada “Ponsignore”, alla periferia di Manduria.
Ad agire sono stati sicuramente dei professionisti che hanno lavorato indisturbati, anche in pieno giorno, utilizzando grossi mezzi meccanici per lo scavo e per il trasporto del ferro.
I tubi, che hanno un diametro di circa trenta centimetri, potrebbero contenere materiale pericoloso non più impiegato nelle nuove condutture.
Indagini sono state avviate dagli agenti del Commissariato di Polizia di Manduria per risalire al proprietario della condotta depredata che, pare, non appartenga a nessuno degli enti interpellati: non al Comune di Manduria, nel cui territorio si trova la linea idrica, non all’Acquedotto Pugliese né al Consorzio Arneo, non alla Provincia di Taranto e neanche alla Regione Puglia. Nessuno quindi, finora, che possa denunciare il furto di quasi un chilometro di tubi destinati al recupero ferroso.
Intanto ben evidenti restano i segni dello scavo lasciato aperto e delle manovre compiute dai mezzi pesanti che in più punti hanno danneggiato irrimediabilmente la vegetazione circostante.

condotta idirca

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: