Manduria: tracce di visita di tartarughe Caretta Caretta a Specchiarica. Sarebbe pronta per deporre 110 uova

Una tartaruga Caretta Caretta ha provato a nidificare sulla spiaggia di Specchiarica. E’ lo stesso punto dove l’anno scorso furono rinvenute le tartarughine travolte e uccise dalle auto.
Appena nate, nella notte, disorientate dalle luci sbagliarono direzione attraversando la litoranea anzi che finire in mare. I volontari del WWF Oasi di Policoro “Progetto europeo Life Euroturtles Italia”, Gianluca Cirelli Responsabile del Golfo di Taranto; il referente locale il manduriano Francesco Di Lauro con il contributo di Massimiliano Nigro referente della Lega Navale Italiana di Torre Colimena importante partner, in questi giorni stanno monitorando l’area per non farsi trovare impreparati ed infatti hanno scoperto la cosiddette “tracce di visita” nella sabbia da parte di una tartaruga caretta caretta pronta a depositare ben 110 uova. Secondo gli esperti la tartaruga è emersa per andare a trovare una spiaggia adatta ma è approdata in un punto roccioso non di suo gradimento, per questo è ritornata in acqua ma potrebbe riemergere e nidificare nelle prossime ore per mettere al sicuro le circa 110 uova che di solito depone. L’area sarà sorvegliata dai volontari.
A quanto pare le tartarughe scelgono di nidificare nel luogo dove sono nate. Quasi certamente, quindi, la tartaruga madre potrebbe essere nata circa 30 anni fa su questa stessa spiaggia.

L’appello ai bagnanti è di fare estremamente attenzione perché in questi giorni altre tartarughe potrebbero affacciarsi per nidificare. In caso di avvistamenti è opportuno segnalare al numero
Francesco Di Lauro – Referente Tartarughe: 338/4359733

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: