Manduria: ricci, civetta…quando la fauna selvatica trova gente sensibile

Si arricchisce il numero di esemplari che saranno liberati tra qualche settimana nella riserva naturale protetta di Bosco Cuturi a Manduria. Oggi è stata rinvenuta una civetta. La segnalazione è giunta a Mimmo Breccia del Movimento Manduria Noscia che
sensibile e attento come dovrebbe fare chiunque dice di amare la città, si presta, per quanto nelle sue possibilità, a cercare di risolvere piccoli grandi problemi che si presentano in ogni campo, una disponibilità apprezzata e ricercata tanto da essere diventato ormai un punto di riferimento. E’ così che quando la signora, Gabriella Di Giacomo sensibile anche Lei, ha notato la civetta nascosta dietro una cabina elettrica su viale Piceno, strada molto trafficata, non ci ha pensato due volte a chiedere aiuto per metterla in sicurezza.
Il Responsabile del Centro Territoriale Prima Accoglienza Fauna Selvatica Alessandro Mariggiò (Direttore delle Riserve Naturali) ed il Direttore Sanitario Dott. Patrizio Fontana, si sono immediatamente resi disponibili ed hanno recuperato il rapace. Si tratta di un esemplare giovane di civetta che rientra nelle specie da proteggere. Pare che stia bene…a parte lo spavento di essere stata “scoperta”. Dopo essere stata alimentata, controllata, registrata e sottoposta ad eventuali cure, verrà rilasciata in libertà.
Qualche giorno fa sempre nello stesso quartiere all’interno del giardino mediterraneo di Produttori di Manduria, fu rinvenuto un nido di ricci. Fortunatamente i lavori in corso furono bloccati in tempo e solo uno dei piccoli non ce l’ha fatta. Gli altri tre e la mamma furono prontamente recuperati e affidati alle cure amorevoli del dott. Patrizio Fontana.

Sempre più spesso si sentono notizie di pura malvagità compiute da individui che hanno poco di umano, per questo salvare un essere vivente rincuora l’animo e fa bene alla comunità che si stringe attorno alla bellezza del creato e tenta di custodirlo.
E quando questi esemplari saranno rimessi in libertà sarà un’altra bella giornata.

Numeri Utili (Esemplari feriti o in difficoltà)
• Centro Territoriale Fauna Selvatica – Riserve N.: 331/9768753
• Guardia Costiera 1530
• Oasi WWF Policoro 338/4993658
• Lega Navale Torre Colimena: 347/0893715
• Francesco Di Lauro – Referente progetto Tartarughe Oasi WWF Policoro: 338/4359733

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: