Manduria: ri-costituito il circolo di Legambiente, presidente è l’avv. De Sario

Torna ad operare a Manduria Legambiente, associazione che opera sul territorio nazionale dagli anni ’80 e che ha tra i suoi obiettivi quello di difendere l’ambiente ed il territorio sulla base di solidi principi scientifici.Il nuovo circolo si è dotato di un direttivo composto da Monica Marinosci, Katja Zaccheo, Anna Mariggiò, Bernardino Dimitri, Fulvio Perrone, Michele Matino, Gregorio Perrucci e Giuseppe De Sario che ha anche il ruolo di presidente di Circolo.
“Il nuovo direttivo si presenta dunque alla cittadinanza segnalando come, nella nostra città, sia necessario prestare attenzione al degrado ambientale ed urbano ma, soprattutto, alla formazione ed educazione dei cittadini a partire già dalla tenera età. Il modello di riferimento sarà quello della ricerca di uno sviluppo sostenibile secondo cui tutelando le risorse del territorio si tende a soddisfare le esigenze delle attuali generazioni senza pregiudicare le capacità delle future a soddisfare le proprie. La presenza e l’azione del circolo di Manduria rappresenterà una ricchezza ed una risorsa per la nostra città data la completa apertura e sostegno che intende dare ad associazioni, enti, movimenti di ogni tipo, istituzioni e cittadini nel percorso di sviluppo e tutela del nostro territorio. Da subito intraprenderà azioni tese ad appoggiare le iniziative tese a riunire tutti i singoli cittadini e i gruppi di persone e i vari coordinamenti nell’unico comitato contro lo scarico a mare che fino ad oggi ha operato nel territorio onde avere maggiore peso nella richiesta di tutte le forme di tutela del nostro litorale nella convinzione che le divisioni e/o le azioni individuali impediscono il raggiungimento dello scopo appoggerà l’iniziativa della Confcommercio locale di lotta al degrado urbano saranno organizzate campagne di monitoraggio e di volontariato contro le discariche abusive di rifiuti, per la salvaguardia di aree protette e contro il traffico illegale di rifiuti che da anni produce gravi patologie alle persone compromettendo gravemente la salute degli abitanti del nostro territorio.”
Primo importante obiettivo, quindi, quello di porsi da “trait d’union” tra i gruppi che si battono contro lo scarico a mare.
Legambiente invita i cittadini che voglio condividere le battaglie in favore del territorio ad aderire al nuovo circolo: “I tesseramenti sono aperti e chiunque volesse dare un proprio personale contributo potrà rivolgersi ai componenti del direttivo anche presso la sede che si trova in via Lupo Donato Bruno”

legambiente_logo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: