Manduria: rendicontazione dei Commissari. Sparisce PEC. L’on. Macina chiede al Ministero di approfondire

«La trasparenza della Pubblica amministrazione è un valore». Ne è convinta la portavoce del Movimento 5 Stelle, Anna Macina, che ha avviato una battaglia per la trasparenza
nella pubblica amministrazione del Comune di Manduria sciolto per infiltrazione mafiosa. In una nota ha annunciato che invierà una interrogazione al Ministero dell’Interno.
La vicenda che, a questo punto, desta una maggiore curiosità si riferisce alla richiesta dell’onorevole Anna Macina, sinora senza alcun risultato, della rendicontazione che ha permesso ai componenti della commissione straordinaria che amministra il Comune di Manduria (Ta) sciolto per infiltrazione mafiosa, di ricevere un rimborso spese pari a 30.000 euro relativo agli ultimi sei mesi di permanenza nel Comune.
«I commissari straordinari del Comune di Manduria – fa sapere la deputata pentastellata -, mi hanno fatto sapere di non aver mai ricevuto la mia istanza, regolarmente inviata tramite Pec in data 27 novembre 2018. Ad un mio sollecito, piuttosto che dare seguito alla legittima richiesta, i commissari hanno scritto al Ministero dell’Interno per rappresentare “perplessità” sulla mia richiesta di consegna della documentazione afferente i rimborsi erogati. Nella stessa missiva indirizzata al Ministero – fa sapere ancora l’onorevole Macina -, i commissari straordinari affermano anche che la Direzione Centrale del Ministero avrebbe la competenza ad esaminare e controllare la documentazione richiesta. Orbene, tralasciando il commento sulla richiesta di conoscere la posizione del Ministero sulla mia richiesta (sono certa che non avesse l’intento di limitare e/o controllare e/o arginare le prerogative che spettano ad ogni parlamentare!), alla luce di quanto affermato, sarà mia cura rivolgere direttamente al Ministero la richiesta e andare a fondo della vicenda posto che gli inaspettati ostacoli che si vorrebbero frapporre, hanno ulteriormente aumentato la necessità di approfondire la vicenda i cui esiti saranno resi pubblici come sempre. Sarebbe stato un nobile gesto certamente apprezzabile, se pur non rispondendo alla sottoscritta, avessero pubblicato nella sezione trasparenza le singole voci di rimborso mostrando rispetto per i cittadini di Manduria. È ai cittadini che si deve sempre rendere conto. La trasparenza della Pubblica amministrazione è un valore», conclude l’onorevole Macina, componente della prima Commissione affari costituzionali della presidenza del Consiglio degli Interni e della Giunta per il regolamento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: