Manduria: per i bagni pubblici costi esorbitanti di energia, la denuncia del consigliere Durante

E’ un mistero sicuramente da approfondire: per i bagni pubblici di piazza Commestibili a Manduria l’Amministrazione comunale paga di consumo di energia elettrica ben 6 mila euro l’anno rispetto ai 2 mila euro del Comando di Polizia Municipale. Una cifra esorbitante che ha destato la perplessità del consigliere comunale di Manduria Futura Arcangelo Durante sempre attento a segnalare i casi “anomali” per eliminare abusi e sprechi di denaro pubblico. “Del resto d’estate tali servizi igienici rimangono aperti solo qualche ora serale , tanto da destare le critiche di tanti cittadini che, non riescono a capire, giustamente, – afferma il consigliere Durante – perché chiudono nel cuore del periodo estivo addirittura intorno alle ore 20.00. In piena estate, con qualche turista in giro per le strade della nostra città, chiudere gli unici bagni pubblici nel centro di Manduria così anzitempo non è, per essere sincero un buon biglietto da visita.” E se si pensa ai costi che tali servizi comportano solo per l’energia elettrica si ha l’esatta percezione dello spreco di denaro pubblico che Durante invita a questo punto, chi è preposto ai controlli, a cancellare.
arcDURANTE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: