Manduria: continua il declassamento dell’Ospedale Giannuzzi – Il Comitato Pro Giannuzzi chiede di incontrare l’Assessore Regionale E. Gentile

“La realtà quotidiana dell’ospedale M. Giannuzzi di Manduria continua a registrare disagi, frustrazioni e ingiustizie”. La situazione è rimarcata in una nota dal Comitato pro Giannuzzi che ha scritto una lettera all’assessore regionale alla Sanità Elena Gentile chiedendo un incontro urgente per una rivalutazione del ruolo dell’ospedale di Manduria. “Nei giorni scorsi diversi pazienti cardiopatici, in attesa di controlli presso l’ambulatorio di cardiologia sono stati rimandati indietro per assenza di medici. I cardiologi di Manduria, insieme ai colleghi di Taranto, erano stati mandati, – ricordano i responsabili del Comitato – anche con turni massacranti, a coprire l’emergenza in quelli di Grottaglie e Martina Franca. Perchè si continua a non sanare l’emergenza nei vari ospedali e si penalizza il personale di Manduria?? Perchè la cardiologia di Martina Franca non gestisce l’emergenza coinvolgendo i cardiologi di Castellaneta, avendo lo stesso primario??” – Sono i quesiti che si possono porre nell’ambito di un ragionamento logico. Invece “continua il declassamento delle unità operative : la Nefrologia e il Laboratorio Analisi da complesse sono diventate strutture semplici e l’Endoscopia digestiva scompare anche come unità semplice, sebbene dotata di autonomia funzionale e capacità interventistica. Il previsto ampliamento dell’Oncologia, la nascita di Neurologia e il completamento della Rianimazione, a tutt’oggi sembrano desideri scritti sulla sabbia. Tutto ciò nonostante :
– la collocazione territoriale strategica del nosocomio manduriano, relativamente alla consistenza della popolazione, alla vastità geografica dell’area , ai tempi di percorrenza delle vie di comunicazione;
– le dotazioni professionali e strutturali (UTIC, TIPO, TAC) possedute o in via di completamento, dal “Giannuzzi”, che lo mettono in grado , ad oggi, di operare in sicurezza e di sopperire anche alle difficoltà dell’Ospedale di Grottaglie;
– il previsto incorporamento dell’Ospedale di Grottaglie nel futuro “S.Cataldo “ di Taranto.
Auspicando una risposta positiva e sollecita, il Comitato ritiene che non sia più rimandabile un chiarimento definitivo sul futuro del Giannuzzi come Ospedale per acuti e per questo ha inoltre invitato tutte le forze politiche e i candidati alle prossime elezioni comunali a manifestare apertamente la preoccupazione dei cittadini e degli operatori sanitari e a lavorare per le opportune soluzioni. I manduriani chiamati al voto ricorderanno chi è stato sordo e si è disimpegnato dall’affrontare soprattutto negli ultimi due anni la questione Ospedale Giannuzzi simbolo e rappresentazione della qualità della vita cittadina e del senso di appartenenza collettiva.”
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: