Manduria. “LA SCUOLA PER L’ARCHEOLOGIA: “UN PATRIMONIO RESTITUITO ALLA CITTÀ”. Le foto

Grande successo, sabato scorso, presso l’ex Convento degli Agostiniani di Manduria, della serata di presentazione organizzata dalla sede manduriana di Archeoclub col patrocinio del Comune, del progetto di Alternanza Scuola – Lavoro “LA SCUOLA PER L’ARCHEOLOGIA: “UN PATRIMONIO RESTITUITO ALLA CITTÀ” realizzato dal Liceo Artistico “Calò” di Manduria e dalla Soprintendenza Archeologica alle Belle Arti e Paesaggio per le Province di Lecce Brindisi e Taranto.
Attraverso le parole dei Professori Assunta Marra, responsabile della sede manduriana del Liceo, e Ciro Buccoliero, referente del progetto di Alternanza Scuola – Lavoro, nonché della Sig.ra Dora Zampa, Funzionario per le tecnologie della Soprintendenza, si è potuto apprezzare il lavoro svolto dagli studenti per la realizzazione grafica di pannelli esplicativi delle sepolture messapiche rinvenute anni addietro all’interno dell’Ospedale “Giannuzzi” e in piazzetta Sant’Eligio.
Il progetto, oltre a testimoniare quanto sia preziosa la collaborazione fra le diverse Istituzioni operanti sul territorio al fine di tutelare, valorizzare e rendere fruibile il nostro patrimonio archeologico, come ha ricordato in apertura il Dott. Barsanofio Chiedi (Presidente Regionale di Archeolub), trasmette a tutta la cittadinanza, attraverso le abilità dei giovanissimi artisti del Liceo “Calò”, l’emozione della scoperta e intende diffondere l’interesse e la curiosità nei confronti delle ricchezze del passato custodite dalla città di Manduria e spesso non visibili.
Ha contribuito, inoltre, alla riuscita della serata l’apertura straordinaria del Museo archeologico, in concomitanza della Festa dei Musei e della Notte Europea dei Musei, autorizzata dalla Soprintendenza, nella persona della Responsabile di Zona, dott.ssa Masiello, e resa possibile dalla disponibilità del personale in servizio presso la sede del Museo.​
L’edizione 2019 del “Maggio Archeoclub” prosegue con due nuovi appuntamenti: il primo previsto per martedì 21 maggio alle ore 18:30, presso la Biblioteca “Marco Gatti”, con la conferenza dell’avv. Giuseppe Pio Capogrosso che relazionerà sull’argomento “ Sopravvivenza delle decime e di altri diritti feudali a Manduria”;
il secondo, fissato per mercoledì 22 maggio, in occasione della diciannovesima Giornata Mondiale della Biodiversità, con una visita guidata al bosco Cuturi a cura dell’esperto botanico Prof. Domenico Nardone, socio Archeoclub. Gli eventi sono aperti al pubblico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: