Manduria: impallinato da cacciatore mentre passeggia. Denuncia sui social

Disavventura fortunatamente senza gravi conseguenze per un 35enne originario di Sava. E’ accaduto ieri mattina in contrada Meschinella in agro di Manduria, nei pressi della stazione di Sava.
Stava passeggiando insieme a due familiari che raccoglievano verdure selvatiche in alcuni terreni incolti, quando, improvvisamente, è stato impallinato da un cacciatore. Andrea Buccoliero affida a Facebook il racconto di quanto accaduto:
“Un cacciatore che si trovava a circa 50 m. da me, per sparare ad un uccello che era uscito da una pianta, volando basso, mi ha impallinato. Eppure sapeva che ero in zona perché camminavamo in parallelo ed ero ben visibile in quanto indossavo una maglietta rossa. Ma lui evidentemente era preso dall’euforia di sparare ad un merlo (che volano bassi) ed ha sparato 3 colpi man mano che si girava su se stesso per seguire l’uccello.
Per fortuna – prosegue – ero in parte dietro ad un cespuglio che ha frenato e trattenuto diversi pallini.
E spiega ancora “E’ vietatissimo sparare ad altezza uomo. L’animale volava a circa 3 m. da terra. Quindi sparando la cartuccia rilasciando il piombo man mano che si allontana dal fucile si allarga come un ventaglio. Non sono stato colpito da piombo sparato in aria e poi ricaduto, ma era quasi diretto. I pallini sono arrivati con violenza”.

Quando è stato raggiunto dai colpi Andrea Buccoliero si è rivolto al cacciatore: “Ho gridato e gli ho detto che mi aveva colpito, ma ha negato di aver sparato ad altezza uomo. L’ho invitato più volte ad avvicinarsi per vedere cosa aveva combinato, ma è rimasto a debita distanza senza chiedermi neanche scusa.”
Fortunatamente si è trattato di ferite lievi e per questo non è stato necessario ricorrere al Pronto Soccorso. Solo un punto della gamba è rimasto indolenzito. Un episodio che non ha ritenuto di dover denunciare alle autorità competenti ma ha voluto raccontare, comunque, a tutti quanti nella speranza che arrivi all’autore del grave episodio affinché prenda coscienza che la sua negligenza poteva costare cara.

Questo slideshow richiede JavaScript.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: