Manduria: Gli alunni della Michele Greco “adottano” Cottontails Park. Sabato inaugurazione.

Al termine di lavori di riqualificazione promossi e sostenuti dal progetto P.O.N. FSE – Potenziamento dell’educazione al patrimonio culturale, artistico, paesaggistico – “Code di cotone”, sabato prossimo 25 maggio 2019 a Manduria si terrà la cerimonia di inaugurazione del “Cottontails Park”. Una iniziativa che riempie di orgoglio tutta la comunità scolastica, dal Dirigente Prof.ssa Maria Rita PISARRA, ai docenti e agli alunni dell’I. C. Statale “Michele Greco” di Manduria che invitano tutta la cittadinanza a partecipare.
Come è noto nello storico aeroporto militare della città, quale base, durante la Liberazione, del 450th Bombardment Group della Fifteenth Air Force, furono piantati diversi alberi, dedicati ad alcuni piloti americani, come testimoniano le targhe su cui sono scolpiti i loro nomi.
Al fine di sottrarre il “Cottontails Park” al degrado e sfruttando l’occasione offerta dai fondi europei, si è pensato di riqualificarlo, proponendo agli studenti la raccolta di testimonianze con il coinvolgimento degli avieri ancora viventi e dei familiari di quelli scomparsi. Si è poi coniugato il reale con il digitale, “collocando” su ogni albero un codice QR che, inquadrato con la fotocamera di uno smartphone, permetterà ai visitatori del parco di visualizzare istantaneamente la biografia, in italiano ed in lingua inglese, dell’aviere a cui l’albero è dedicato. Le stesse biografie saranno disponibili in formato cartaceo nel museo dedicato alla Seconda Guerra Mondiale, in cui sarà anche visibile un plastico del parco interamente realizzato dagli studenti.
Ma questo è solo l’inizio di un progetto che si spera possa andare avanti nel tempo legando i giovani a questo luogo che rappresenta un momento di storia di Manduria e non solo.
“È auspicabile che il progetto abbia notevoli ricadute sul territorio manduriano, in quanto l’accesso al parco interesserà l’intera comunità civile che sarà sensibilizzata, nell’immediatezza, alla valorizzazione del bene paesaggistico riqualificato, in tempi più distesi, al rispetto dei beni culturali e artistici presenti sul proprio e altrui territorio.” – afferma in una nota la Dirigente Prof.ssa Pisarra che svela altre iniziative correlate – “La scuola, infatti, ha pensato di istituire un MemorialDay, fissato l’ultimo sabato di ogni maggio, in cui sarà conferito un riconoscimento alla studentessa o allo studente che abbia manifestato il giusto grado di prudenza, coraggio e temperanza nel tradurre il bene comune in dinamismo sociale e civile.”
Se lo studio della storia locale ha forti valenze didattiche poiché contribuisce alla scoperta e alla ricostruzione del proprio passato, i docenti coinvolti in questo progetto intendono rivolgersi ai propri studenti in questi termini: “Fate come l’albero, che cambia le foglie e conserva le radici: cambiate le vostre idee e conservate i princìpi.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: